Il GECT Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino ha un nuovo logo comune

0
164
euregio Platter Durnwalder e Dellai sottoscrivono il protocollo dintesa sulle Green technologies 1
euregio Platter Durnwalder e Dellai sottoscrivono il protocollo dintesa sulle  Green technologies  1Sottoscritto anche un protocollo d’intesa sull’energia “verde” che riconosce l’edilizia eco-sostenibile come uno dei temi prioritari nella futura collaborazione transfrontaliera

Un’aquila composta da tre diverse parti con tre diversi colori, a rappresentare i territori coinvolti nel progetto. Ecco il nuovo logo comune dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino approvato a Bolzano durante la seduta della Giunta del Gruppo europeo di cooperazione territoriale. I lavori sono stati coordinati dai tre presidenti Luis Durnwalder, Günther Platter e Lorenzo Dellai. “E’ importante – ha spiegato il presidente della Giunta provinciale altoatesina Durnwalder – dare un’immagine unitaria dell’Euregio verso l’esterno, ed è quello che vogliamo fare con questo logo che prende l’aquila come riferimento comune”. Gli ha fatto eco il governatore trentino Dellai: “il logo potrà affiancare le bandiere delle tre regioni e dovrebbe diventare uno strumento di identificazione della popolazione in questa nuova istituzione”.

Gect euregio TAA tirol logo 1

La seduta della Giunta del Gect ha deliberato anche la sottoscrizione del protocollo d’intesa sulle “Green Technologies”. Per il presidente del Land Tirolo Günther Platter, “l’energia dovrà diventare il tema del futuro per l’Euregio. Con questo programma puntiamo a contenere il consumo energetico tramite un’edilizia eco-sostenibile”. Con il protocollo d’intesa firmato a Bolzano, le tre Regioni del GECT riconoscono all’edilizia il ruolo di “motore strategico dell’economia”, e si pongono come obiettivo quello di “dare vita a forme più strette di collaborazione per diventare una delle regioni europee a maggiore vocazione di sostenibilità”. Dal marketing alla ricerca, da una banca dati comune a progetti virtuosi, l’attività dell’Euroregione in questo settore sarà supportata da TIS, Standortagentur Tirol e Manifattura Domani s.r.l. di Trento.

La Giunta ha poi discusso la relazione sulle attività del GECT, che attualmente gestisce 17 progetti in proprio, e ne coordina altri 16. Dall’energia alternativa alle piste ciclabili, dal tunnel di base del Brennero al “corridoio verde”, dalla sanità alla formazione, dai giovani al marketing di prodotti del territorio: sono tanti i settori nei quali in futuro si concentrerà l’attività dell’Euroregione. “Un’occasione importante per presentare assieme i nostri territori – ha spiegato Durnwalder – potrà essere rappresentata dall’Expo 2015 a Milano, per la quale pensiamo di organizzare uno stand comune, e un’altra fondamentale vetrina diventerà la candidatura a capitale europea della cultura nel 2019”.

La prima uscita ufficiale del Gect sarà in occasione del Forum di Alpbach, che vedrà per la prima volta la presenza del Gect in quanto tale, il 19 agosto. Il presidente del Forum Franz Fishler ha invitato i tre governatori a rafforzare la collaborazione, anche in vista dell’istituzione di una Giornata dell’Europa. “Discuteremo per capire cosa può diventare l’Euregio – ha detto Durnwalder – quali nuove attività implementare”.