Banca Popolare di Vicenza, cresce del 15% l’utile netto consolidato del primo semestre 2012

0
207
Gianni Zonin Presidente Banca Popolare di Vicenza 1
Gianni Zonin Presidente Banca Popolare di Vicenza 1Zonin: “un risultato da ritenere ottimo in un contesto di difficoltà economica e incertezza dei mercati”

Il consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Vicenza S.C.p.A, presieduto da Gianni Zonin, ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2012.

In un contesto operativo difficile, il Gruppo BPVi si è focalizzato principalmente sulle linee di intervento delineate nel nuovo piano industriale 2012-2014/16, recentemente approvato: ulteriore rafforzamento della posizione di liquidità, mantenimento di elevati livelli di patrimonializzazione e crescita attenta degli impieghi, continuando nell’azione di sostegno dei territori.

In particolare, sul fronte delle azioni intraprese per proseguire nel rafforzamento del profilo di liquidità strutturale, si segnala un incremento significativo della raccolta diretta, in particolare quella da clientela retail e piccole e medie imprese. Sono inoltre proseguite con decisione le iniziative di razionalizzazione, efficientamento e focalizzazione sull’attività commerciale di banca tradizionale.

Per il presidente Zonin “il risultato ottenuto nel primo semestre 2012 è da ritenersi ottimo, perché evidenzia una buona redditività aziendale con una rilevante solidità patrimoniale. La crescita continua della nostra clientela, 41.000 nuovi clienti dall’inizio del 2012 e 51.000 in tutto il 2011, dimostra che il nostro Gruppo prosegue con coerenza e determinazione la sua attività commerciale al servizio delle piccole e medie aziende e delle famiglie, anche, e soprattutto, nei momenti di difficoltà economica e incertezza dei mercati come quelli attuali. È un importante segnale di fiducia nella Banca Popolare di Vicenza, rafforzato anche dall’aumento di oltre 4.200 nuovi soci negli ultimi dodici mesi, che porta a 68.462 i soci del nostro Istituto – ha proseguito Zonin – e che continua a dimostrare la validità del nostro modello di banca cooperativa al servizio dei territori”.

I crediti verso clientela raggiungono i 30,3 mld/€, evidenziando un aumento di 786 mln /€ sul 30 giugno 2011 (+2,7%). Le sofferenze nette verso clientela ammontano a 1.102,6 mln/€, con un aumento in termini percentuali sul totale crediti netti di 0,44 punti, passando dal 3,20% di fine 2011 al 3,64% del 30 giugno 2012. La raccolta diretta raggiunge i 29,6 mld/€, segnando un aumento del 3% rispetto a giugno 2011. La raccolta indiretta si attesta a 16,8 mld/€, in calo del 3,1% sul 30 giugno 2011.

Il patrimonio netto consolidato di pertinenza del Gruppo si attesta a 3.035,1 mln/€, evidenziando un incremento di 101,5 mln/€ (+3,5%) sul 31.12.2011. Per quanto attiene i ratios patrimoniali consolidati al 30 giugno 2012, il Core Tier 1 Ratio si attesta all’8,21% mentre il Total Capital

Ratio è pari all’11,34%.

A fine giugno, la rete di vendita del Gruppo conta 638 filiali bancarie, cui si aggiungono 16 negozi finanziari e 31 punti private, per un totale di 685 unità, in crescita di 9 unità rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio. Il personale è pari a 5.541 unità.