Presentata a Milano la LXI edizione del TrentoFilmFestival della montagna

0
140
Trento film festival 2013 61 edizione 1
Trento film festival 2013 61 edizione 1Una rassegna che ha come protagonista principale la Turchia. 121 pellicole presentate e 26 in concorso di cui 20 in anteprima italiana

Superati con successo i primi 60 anni dedicati alla montagna, il TrentoFilmFestival della montagna promette una LXI edizione con ancora più film ed eventi della precedente, che ha registrato un record di visitatori: 121 le pellicole presentate, 26 quelle in concorso, di cui 20 in anteprima italiana, in una rassegna ricca di appuntamenti incentrati sulla vita in montagna. “L’alpinismo non passa spesso in Tv – spiega il presidente generale del Cai, il Club alpino in montagna, Umberto Marini – e la fiction tradisce la storia, come nella serie Rai dedicata agli esploratori italiani del K2”.

Ad aprire in anteprima il festival tridentino l’incontro del 10 aprile con l’alpinista non-vedente Andy Holzer, che presenterà il libro autobiografico “Gioco d’equilibrio. Cieco sulla cima del mondo”, poco prima della sua partenza per il monte Ararat in Turchia. E proprio la Turchia sarà protagonista del focus “Destinazione…”: ad essa saranno dedicati il cineconcerto del 26 aprile della band turca BaBa ZuLa, due mostre, due incontri e la proiezione di 12 opere dedicate all’entroterra anatolico, crocevia di culture.

Nel cinquantesimo anniversario della conquista americana dell’Everest l’esploratore e due volte scalatore della vetta del mondo Reinhold Messner presenterà il 3 maggio la serata “L’Everest era una volta in America”, con la partecipazione straordinaria di Norman Dhyrenfurth e Mario Curnis, membri rispettivamente delle spedizioni americana (1963) e italiana (1973) sull’Everest. Ma Messner è anche protagonista del documentario “Messner-Der Film”, film tedesco fra i favoriti per la conquista della Genziana d’Oro 2013.

Altri documentari attesi al Concorso sono “Pura Vida” e “The Summit” (premio per il miglior montaggio al Sundance 2013), resoconti di sfortunate spedizioni alpinistiche, e “Hiver Nomade”, sulla transumanza degli ovini in Francia. Tre i film italiani in gara, fra cui spiccano “Materia oscura” di Massimo D’Anolfi, documentario d’inchiesta sui test militari nell’entroterra sardo, e “Questa miniera”, viaggio di Valeria Allievi nelle miniere alpine di Cogne. Molto atteso, infine, “The Hunter”, film con Willem Dafoe ambientato in Tasmania, presentato fuori concorso.

Fra gli appuntamenti extra-cinematografici del TrentoFilmFestival 2013 spiccano le celebrazioni per il centocinquantenario del Cai per festeggiarlo è prevista il 2 maggio una serata-evento diretta e condotta da Maurizio Nichetti che promette di “raccontare con leggerezza 150 anni di eroismo e grandi imprese”. Il 25 aprile sarà il giorno di “Quando n’apparve una montagna…”, spettacolo dedicato al mutevole ambiente alpino, con testi di Erri De Luca, Sant’Agostino, Francesco Petrarca e dell’ex presidente della Camera dei deputati Luciano Violante, che sarà presente all’evento.

Il 27 aprile Tony Wheeler, fondatore della storica casa editrice di guide tascabili Lonely Planet, presenterà in esclusiva alla rassegna MontagnaLibri il nuovo volume “Trekking intorno al mondo”. Un altro appuntamento atteso è infine quello del 30 aprile con l’esperto d’arte Philippe Daverio che racconterà l’arte alpina partendo da Segantini e Giacometti per arrivare a meno noti artigiani di montagna.