Internazionalizzazione delle imprese vitivinicole italiane: UniCredit, Confagricoltura, Coldiretti e Cia firmano un accordo

0
126
Unicredit logo 1
Unicredit logo 1Nasce “UniCredit International per il Vino”

Vinitaly ha tenuto a battesimo la nascita di una nuova branca di UniCredit dedicata specificamente al settore enologico. Alla presenza di Ettore Riello, presidente Veronafiere, e di Giovanni Mantovani, direttore generale Veronafiere, Federico Ghizzoni, amministratore delegato di UniCredit, Gabriele Piccini, Country Chairman Italy UniCredit, Mario Guidi, presidente nazionale Confagricoltura, Sergio Marini, presidente nazionale Coldiretti, Giuseppe Politi, presidente nazionale Confederazione Italiana Agricoltori, è stata presentata “UniCredit International per il Vino”, il progetto della banca che mette a disposizione delle piccole e medie imprese del settore vitivinicolo un’offerta dedicata di servizi a supporto del processo di internazionalizzazione.

Nell’ambito di questo progetto, le tre Cconfederazioni agricole hanno sottoscritto un accordo con UniCredit, affiancando la banca nel cogliere le esigenze specifiche del settore vitivinicolo e nel promuovere prodotti, servizi e iniziative volti a valorizzare il vino italiano all’estero.

L’accordo ha come principale obiettivo quello di consolidare e sostenere la crescita del sistema vitivinicolo, con particolare riferimento alle produzioni IGT, DOC, DOCG e degli spumanti, valorizzandone le tradizioni e le potenzialità innovative. Questo consentirà anche di favorire la crescita e la qualificazione dell’occupazione in Italia e di promuovere all’estero le eccellenze italiane congiuntamente alla capacità attrattiva del territorio (enoturismo).

apt trento foto Baroni  Vino rosso  Bicchiere e decanter 1“UniCredit International per il Vino” nasce nel filone di “UniCredit per l’Italia”, l’iniziativa lanciata lo scorso anno dalla Banca per mettere a disposizione degli imprenditori italiani una serie di iniziative di sostegno nei percorsi di investimento e innovazione. In particolare, il progetto si propone di accompagnare le imprese stesse sui mercati esteri con un modello di servizio dedicato, facendo leva sulla presenza internazionale delle banche del Gruppo. È così che è nato “UniCredit International” grazie al quale la Banca ha già accompagnato oltre 8.000 aziende italiane verso mercati esteri. Grazie a “UniCredit International per il Vino”, in continuità con queste iniziative, UniCredit intende, con la collaborazione di Confagricoltura, Coldiretti e Cia, mettere a disposizione delle PMI del settore vitivinicolo una serie di servizi a supporto della crescita dell’operatività sui mercati esteri con obiettivo di supportare le imprese vitivinicole a maggior potenziale di crescita delle esportazioni con finanziamenti per investimenti funzionali al potenziamento del loro business internazionale. A questo fine, la banca collaborerà con le Confederazioni in attività volte alla selezione di aziende eccellenti della filiera vitivinicola, con solide basi ed elevato potenziale di crescita internazionale, nonché alla valutazione dei piani di crescita della loro attività estera e alla definizione delle soluzioni di supporto più adeguate. UniCredit, in collaborazione con le Confederazioni stesse, curerà, a beneficio delle imprese del comparto vitivinicolo, la realizzazione di iniziative di “B2B” con acquirenti stranieri, missioni estere e iniziative di orientamento e formazione per le imprese, finalizzate ad accrescere le competenze di manager e imprenditori per lo sviluppo delle esportazioni .

La banca, da ultimo, ha predisposto un’offerta di prodotti dedicata, denominata offerta “WineCredit”, che si compone di forme di finanziamento e di altri prodotti e servizi a supporto dell’operatività delle aziende del settore. Dai finanziamenti per le attrezzature e per gli impianti dei vigneti, agli anticipi su vendite e acquisti di prodotti agroalimentari; dal supporto alle spese per la promozione all’estero, alle fidejussioni per gli anticipi dei contributi comunitari O.C.M vino.