“Giovani ricercatori cercansi!”

0
170
PAB giovani ricercatori cercasi Oberkofler Durnwalder Stuflesser Ortner 1
PAB giovani ricercatori cercasi Oberkofler Durnwalder Stuflesser Ortner 1Concorso indetto dall’Accademia Europea e dall’Euregio Tirolo -Alto Adige – Trentino. Destinatari ragazze e ragazzi fra i 16 ed i 20 anni

Il concorso “Giovani ricercatori cercansi!” è organizzato dall’EURAC assieme a Università Leopold Franzen di Innsbruck, provincia di Trento e Schweizerische Alpine Mittelschule di Davos. L’Euregio Tirolo Alto Adige Trentino è partner dell’iniziativa.

Come ha detto il presidente della provincia di Bolzano Luis Durnwalder nel presentare l’iniziativa, la ricerca e l’innovazione sono di fondamentale rilievo per i giovani e per tale ragione è importante entusiasmarli verso il mondo della ricerca e della scienza. Il concorso interregionale promosso dall’Accademia Europea di Bolzano EURAC stimola lo scambio con le regioni vicine dell’Euregio e del Canton Grigioni.

Secondo il presidente dell’EURAC Werner Stuflesser, ricerca ed innovazione devono provenire dagli stessi giovani. L’EURAC vuole sostenere tale processo dedicando un occhio di riguardo alle materie del cosiddetto settore MINT (matematica, informatica, scienze naturali e tecnica). Per tale ragione dal 2002 viene indetto questo concorso. I dettagli dell’edizione di quest’anno sono stati illustrati dal direttore dell’EURAC Stephan Ortner. L’iniziativa offre ai ragazzi tra i 16 e i 20 anni la possibilità di presentare esperimenti, idee e invenzioni, e qui la prima novità, in due settori nel campo delle scienze naturali e umanistiche. I vincitori di ogni categoria si aggiudicano premi fino a 3.000 euro. Le iscrizioni chiudono il 29 novembre 2013. Da quest’anno gli studenti possono richiedere un finanziamento fino a 200 euro per progetti che necessitano l’acquisto di materiale. Il contributo viene offerto dalla Fondazione per la ricerca scientifica e l’innovazione.

La Provincia fornisce consulenza scientifica alle scuole che partecipano al concorso. Numerosi esperti delle diverse ripartizioni si sono già resi disponibili per affiancare i ricercatori dell’EURAC nell’aiutare gli studenti a portare a termine i loro progetti. “Come in ogni lavoro scientifico lo scambio con degli esperti può essere molto di aiuto per formulare delle ipotesi o evitare errori di ragionamento”, spiega Josef Dalla Via, membro della giuria.

Dal 2005 hanno partecipato al concorso 171 scuole superiori per un totale di 60 progetti. In finale sono arrivati ogni anno almeno tre progetti e per due volte gli studenti altoatesini hanno conquistato il primo posto.