Turismo, necessaria più formazione degli operatori

0
233
giorgia andreuzza provincia venezia assessore turismo 1
giorgia andreuzza provincia venezia assessore turismo 1Incontro a Venezia dell’Ente bilaterale turismo con la Provincia

All’hotel Ca’ Sagredo a Venezia, l’ assessore al Turismo della provincia di Venezia Giorgia Andreuzza ha partecipato alla presentazione, promossa dall’Ente Bilaterale del Turismo (EBT) per l’area veneziana, del programma di formazione e aggiornamento professionale per gli operatori del settore con circa 70 corsi di formazione trasversale e specifica. L’appuntamento ha costituito un momento importante di verifica e approfondimento sul lavoro svolto e di confronto sui progetti futuri.

Oltre ai formatori dell’EBT, hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni imprenditoriali Elio Dazzo, Armando Ballarin, Vito Lenti Ceo, i rappresentanti delle associazioni sindacali Gianni Callegaro, Iroldo Gorlin e il presidente dell’EBT Spiagge Venete Pierfrancesco Contarini. L’assessore al turismo del comune di Venezia Roberto Panciera si è complimentato con l’Ente Bilaterale per il ruolo svolto in questi vent’anni e per il contributo dato al settore in tema di qualità dell’ospitalità. Nell’ambito della manifestazione sono stati presentati dal presidente dell’ente bilaterale Gino Puntar e dal direttore Domenico Simone due progetti che si stanno realizzando con l’istituto tecnico superiore per il turismo di Jesolo e l’Associazione direttori d’albergo del Veneto.

Nel suo intervento conclusivo l’ assessore provinciale al turismo Giorgia Andreuzza ha fatto il punto della situazione: “la provincia di Venezia, che comprende anche la città capoluogo di Venezia, con 34 milioni di presenze nel 2011, è la prima in Italia, con i suoi numeri supera perfino quelli registrati da intere nazioni, come il Brasile. Oggi più che mai serve puntare su prodotti e servizi di alta qualità, per essere competitivi; questo è ciò che si aspetta il turista che vuole visitare Venezia e il suo territorio, riconosciuti come luoghi di eccellenza mondiale. Il concetto della ‘qualità del turismo’ si traduce in un servizio capace di soddisfare appieno il cliente. Un prodotto si può considerare di qualità non perché sia il migliore in senso assoluto sul mercato ma perché le richieste del cliente sono state soddisfatte e le aspettative raggiunte. La qualità è un concetto in continua evoluzione, considera le diverse esigenze di uno stesso cliente e dei diversi target, e si adegua alla globalizzazione e alle differenti culture”.

Non solo: secondo Andreuzza “il turista di oggi vuole un risultato positivo nel rapporto qualità percepita/ qualità desiderata, e non valuta ogni singolo componente del servizio offerto ma ne considera la loro interazione. Perciò diventa fondamentale la formazione degli operatori. I corsi di formazione 2013-2014 promossi dall’Ente Bilaterale del Turismo puntano ad essere completi e particolarmente attenti ai temi innovativi. La provincia di Venezia da parte sua non può che sostenere le iniziative che partono proprio dall’analisi degli operatori e che nascono dal confronto e dalla condivisione”.

Sono state presentate due proposte che intendono snellire i processi ed essere garanzia di qualità. La prima: Venezia può essere all’avanguardia a livello internazionale inserendo già negli istituti tecnici per il turismo, materie che consentano di ottenere le abilitazioni legate ai temi della sicurezza e dell’ igiene pubblica. Ciò può consentire di raggiungere un livello davvero di alta formazione e qualifica degli istituti, andando incontro ad una necessità richiesta dalle aziende. La seconda: si potrebbe riconoscere in un albo professionale la figura dei direttori d’albergo, per le strutture dalle 4 stelle in su. Bisogna prendere atto della volontà di certificare le figure professionali che operano in quella che oggi é diventata una vera e propria industria. Se queste proposte troveranno una condivisione tra gli operatori che riconoscono la qualità come leva competitiva per il turismo, allora ci sarà il supporto e il sostegno delle istituzioni.