I centri di ricerca agricola di Laimburg (Alto Adige) e Agroscope (Svizzera) sottoscrivono accordo di collaborazione

0
109
accordo-laimburg-agroscope-Francia-ilnordest
accordo-laimburg-agroscope-Francia-ilnordestScopo dell’alleanza rafforzare la ricerca riducendo i costi

Il presidente della provincia di Bolzano, Luis Durnwalder, ed il dirigente del centro di ricerca svizzero Agroscope, Michael Gysi, hanno siglato un accordo quadro tra il Centro di Sperimentazione Laimburg ed Agroscope Changins-Wädenswil (ACW, Svizzera) al maso Ölleiten di Caldaro

Come ha detto Durnwalder in occasione della firma, “in tempi in cui è necessario risparmiare è opportuno collaborare con altri istituti di ricerca per dar vita a sinergie. Agroscope è un partner rinomato a livello internazionale che va ad integrare in modo ideale la rete di contatti esistente”.

Con l’accordo quadro si pone la base legale della cooperazione pluriennale già esistente tra le due istituzioni per sviluppare ulteriori sinergie della ricerca di Laimburg e Agroscope. La sinergia tra i due enti riguarderà, in particolare, lo scambio dei rispettivi temi di ricerca e la realizzazione congiunta di progetti di ricerca. Inoltre, l’accordo prevede l’intensificazione del trasferimento di conoscenze tramite lo sviluppo di concetti per l’organizzazione di incontri tecnici, convegni o seminari. In occasione della stipulazione dell’accordo quadro i contraenti hanno ribadito la loro intenzione di collaborare strettamente nell’ambito del miglioramento genetico del melo.

L’accordo di cooperazione con Agroscope Changins-Wädenswil è ormai il sesto accordo quadro siglato dal Centro di Sperimentazione Laimburg con istituzioni di ricerca a livello nazionale ed internazionale. Altri accordi quadro sono stati stipulati precedentemente con l’Università di Innsbruck (Tirolo), la Fondazione E. Mach/Istituto Agrario di San Michele all’Adige (Trentino), il Ministero all’agricoltura di Baden-Württemberg, la Libera Università di Bolzano e l’Istituto Julius Kühn (Germania).

Agroscope appartiene all’ufficio federale per l’agricoltura svizzero ed è formato dai tre istituti di ricerca Agroscope Chagings-Wädenswil ACW, Agroscope Liebefeld-Posieux ALP-Haras e Agroscope Reckenholz-Tänikon ART. Questi tre centri di ricerca già sono legati strettamente tra di loro e dal 2014 formeranno un unico centro di ricerca sotto il nome ‘Agroscope’. Sono più di 900 i collaboratori che lavorano presso le singole sedi dell’Agroscope. I punti chiave della ricerca di Agroscope sono la gestione sostenibile nel settore agrario, alimentare ed ambientale. Le conoscenze scientifiche e tecniche ottenute tramite la ricerca svolta formano da base per le decisioni della politica agraria ed ambientale e la loro realizzazione nella legislazione svizzera.

L’Agroscope Chagins-Wädenswil si occupa di ricerca applicata della coltivazione delle piante (frutticoltura, viticoltura, coltivazione di ortaggi, di colture arative, foraggicoltura) ed alimenti vegetali. Oltre a ciò ACW ha rinforzato le ricerche nell’ambito della qualità e sicurezza degli alimenti.