La bassa produttività mina la competitività dell’Alto Adige

0
531
Grafico 2 1
Grafico 2 1Allarme della Camera di commercio di Bolzano volto a superare le attuali difficoltà

La competitività di una localizzazione economica dipende fondamentalmente dal rapporto tra produttività del lavoro e retribuzione lorda. “In Alto Adige la produttività del lavoro non aumenta da oltre dieci anni, mentre le retribuzioni lorde delle forze di lavoro sono aumentate più che in altri paesi. Per migliorare la competitività dell’Alto Adige occorre rafforzare l’attività di innovazione e ricerca delle imprese altoatesine. Anche l’eccessivo onere burocratico va abbattuto”, sottolinea il presidente della Camera di commercio Michl Ebner.

Dal 2000 al 2011 la retribuzione lorda per addetto a tempo pieno è aumentata in Alto Adige del 6,7% al netto dell’inflazione, quindi all’incirca come in Italia e in Austria (rispettivamente +6,4%). Nello stesso periodo, in Spagna (+4,9%) e Germania (+3,1%) i salari e stipendi sono invece aumentati in misura minore. Fa eccezione la Francia che evidenzia nel 2011 un aumento medio delle retribuzioni del 10,5% rispetto al 2000.

La produttività del lavoro indica il valore aggiunto prodotto in media all’anno da un addetto a tempo pieno. Su entità e andamento della produttività del lavoro incidono in particolare l’efficienza aziendale e la commerciabilità dei prodotti. Soprattutto in questo punto emerge lo sviluppo attenuato in Alto Adige. Con +0,8% la produttività altoatesina è ferma dal 2000, come a livello nazionale (+1,6%), mentre i paesi UE registrano mediamente un aumento della produttività pari al 14,3%. Particolarmente alta risulta la rispettiva crescita in Austria (+17%), ma anche in Germania (+13,4%), Francia (+12%) e Spagna (+11,4%).

Dalla combinazione dei due indicatori retribuzione lorda e produttività del lavoro emerge il costo del lavoro per unità di prodotto. Esso evidenzia la quota di salari e stipendi sul valore aggiunto di un’economia. Un rapporto equilibrato tra costo e produttività del lavoro è uno dei fattori determinanti per la competitività di una regione. Mentre il costo del lavoro per unità di prodotto è rimasto stabile in Francia (-1,4%) e in Spagna (-5,8%) e calava addirittura in Austria e Germania (rispettivamente -9%), Alto Adige (+5,9%) e Italia (+4,8%) non sono riusciti a compensarlo attraverso innovazione, maggiore efficienza nei processi produttivi o con l’introduzione di prodotti innovativi o con maggiore livello di valore aggiunto.

Di conseguenza l’Alto Adige lamenta ora uno svantaggio nella competitività internazionale che perdurando a lungo termine può minare il suo successo come localizzazione economica. Per evitare tale situazione e permettere anche in futuro aumenti salariali e di stipendio sono necessarie misure per aumentare la produttività.