Per quattro fine settimana in Val di Gresta protagonisti gli ortaggi biologici

0
780
Val-di-Gresta-raccolta-zucchini-ilnordest
Val-di-Gresta-raccolta-zucchini-ilnordestDal 21 settembre al 20 ottobre appuntamenti enogastronomici in Trentino

Torna come ogni anno l’appuntamento con la Mostra della Val di Gresta, rassegna dedicata all’orticoltura biologica che ha reso nota l’intera valle del Trentino meridionale, che quest’anno raggiunge la quarantatreesima edizione. Per quattro fine settimana consecutivi (dal 21 settembre al 2° ottobre), si potranno assaggiare ed acquistare prodotti biologici o pro venienti da coltivazioni integrate, unitamente ad appuntamenti gastronomici ed eventi per sensibilizzare la cittadinanza all’uso dei pesticidi, alla tutela dell’ambiente ed al consumo di generi alimentari a chilometro zero. Sono previste anche visite guidate sul territorio circostante, laboratori didattici per i più piccoli, esposizioni micologiche ed esibizioni musicali, ed altro ancora.

La manifestazione coinvolge 15 espositori, quasi tutti espressione di aziende agricole ed artigiane della Val di Gresta. Per l’occasione, tutti gli esercizi pubblici della zona offriranno al pubblico piatti realizzati con i prodotti del posto.

Secondo Loris Cimonetti, presidente del comitato organizzatore della mostra, “si tratta di una preziosa opportunità per far conoscere una valle come quella di Gresta dalle caratteristiche uniche, valorizzando l’opera degli agricoltori locali”

Tra le iniziative collaterali, il convegno sulla costituzione del distretto biologico della Val di Gresta, incentrato sul progressivo affermarsi delle metodiche di coltivazione meno impattanti di quelle tradizionali. Gia ora, in valle la produzione biologica supera l’80% del totale, nonostante la siccità degli ultimi tempi abbia colpito duramente alcuni coltivatori, arrivando ad incidere anche sul 30% della resa annuale nelle aree più colpite.

Per tutta la durata della mostra mercato sarà possibile acquistare la “biocesta Valdigresta”, caratterizzata da un assortimento di ortaggi locali misti, tutti rigorosamente “bio”.