Export, nei primi sei mesi del 2013 il “Made in Padova” tira: +3,4%

0
147
Massimo-Pavin-presidente-Confindustria-Padova-ilnordest
Massimo-Pavin-presidente-Confindustria-Padova-ilnordestUn dato che supera la media della regione del Veneto (+1,1%) e surclassa quello italiano (-0,4%). Pavin: “allargare i confini per competere. Ma bisogna presidiare i mercati, non limitarsi a vendere”

C’è solo export nel carburante dell’incerta ripresa. L’Italia è tra le cinque economie del G20 che vantano un surplus commerciale superiore ai 100 miliardi di dollari. E Padova si conferma tra i motori del “Made in Italy”. Nei primi sei mesi del 2013, le esportazioni padovane sono cresciute del 3,4%, facendo meglio di Veneto (+1,1%) e Italia (-0,4%).

Nel primo semestre l’export padovano verso la Cina ha registrato un +24,9% (+1,6% Veneto, +6,7% Italia). Dal 2007 al 2012, il valore delle vendite in Cina è passato da 94 a 150 milioni (+59,6%). Altrettanto positiva la dinamica verso la penisola araba: +29,9% l’export negli Emirati Arabi nei primi sei mesi, +54,9% verso il Qatar. Numeri ancora piccoli, ma che denotano la vitalità delle imprese padovane nei nuovi mercati.

Rafforzare questa vitalità e offrire strumenti per presidiare in modo organizzato le aree di nuovo sviluppo è l’obiettivo delle “Giornate dell’internazionalizzazione” promosse da Confindustria Padova, in programma martedì 15, mercoledì 16 e giovedì 24 ottobre nella sede di Confindustria Padova che coinvolgeranno oltre 150 imprese.

“C’è un pezzo di Italia che funziona, fatto di imprese che innovano, investono e intercettano la domanda nei nuovi mercati – sottolinea Massimo Pavin, presidente di Confindustria Padova – . I dati sull’export confermano la vitalità del ‘Made in Padova’, da consolidare e sostenere con adeguati strumenti, anche finanziari, aiutando le Pmi a muoversi insieme, in reti o aggregazioni. Internazionalizzarsi non vuol dire solo vendere, ma presidiare direttamente i nuovi mercati, come Cina o Emirati Arabi. Da qui il nostro impegno al fianco delle imprese, per attrezzarle ad un approccio organizzato e consapevole”.

Primo appuntamento delle Giornate dell’internazionalizzazione è il “Forum Cina”, in collaborazione con UniCredit, in programma martedì 15 ottobre, alle ore 9.30. Apriranno i lavori Massimo Pavin presidente Confindustria Padova, Romano Artoni Deputy Regional manager Nord Est di UniCredit. Seguiranno gli interventi di Maurizio Brentegani General Manager Unicredit Shanghai Branch e Lorenzo Torquati Tax Manager Diacron Business Consulting.

Le “Giornate” proseguono mercoledì 16 ottobre, alle ore 9.00, con il convegno “Fare affari negli Emirati Arabi e in Qatar” in collaborazione con Padova Promex, propedeutico alla fiera “The Big 5” di Dubai dal 25 al 28 novembre 2013 e alla missione economica in quei Paesi dal 1 al 6 dicembre 2013. Interverranno l’Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi, Giorgio Starace e in video-collegamento l’Ambasciatore d’Italia in Qatar, Guido De Sanctis. Le opportunità commerciali e d’investimento per le Pmi saranno illustrate da Mauro Marzocchi segretario generale della Camera di Commercio italiana negli Emirati Arabi. Sugli aspetti legali e finanziari interverranno Eugenio Bettella e Guido Maria Solari di Rödl e Partner, Giuseppe Gradi responsabile Desk Europe-Middle East-Africa di Intesa Sanpaolo. Seguiranno le testimonianze di due aziende già presenti nell’area: Master Divisione Elettrica di Este (Pd) e Md di Scorzè (Ve).

Chiuderà le “Giornate dell’internazionalizzazione” il seminario “La tutela del credito nei mercati internazionali” in programma giovedì 24 ottobre, alle ore 9.00, in collaborazione con SACE e Studio Rödl e Partner di Padova.