Trieste, al via “Wunderkammer 2014”

0
205
wuderkammer Paola Erdas e Gyongy Erodi 1
wuderkammer Paola Erdas e Gyongy Erodi  1Una stanza delle meraviglie per esplorare nuovi modi di fare musica

I concerti della rassegna “Wunderkammer”, nata a Trieste nel 2006 grazie al supporto della Regione Friuli Venezia Giulia, sono tra gli eventi di maggior respiro nazionale e internazionale della città giuliana. Dopo l’esordio, durante la Settimana Beethoveniana, con il concerto del giovane nipponico Naruhiko Kawaguchi, vincitore del Rome International Fortepiano Festival 2013, entra nel vivo tra pochi giorni il Festival Wunderkammer, la rassegna dedicata alla musica antica vista, sentita e suonata con gli occhi, le orecchie e le dita di oggi.

Se il primo appuntamento ha ottenuto un riconoscimento da parte del pubblico da standing ovation non potrà che essere apprezzato anche il prossimo concerto del 26 novembre alle ore 21 in sala Bartoli (Teatro Rossetti): “Mysterium Cosmographicum” con Janas Ensemble & Ghislieri Consort. Una costellazione di capolavori barocchi, su musiche di Corelli, Bach, Rebel, Castello e Vivaldi, per viaggiare nei pianeti attraverso la lettura appassionata di queste due formazioni riunite in un’innovativa chimera musicale, con il corpo di liuti, le ali di due clavicembali e il respiro degli archi.

Si prosegue poi il 2 dicembre, ore 21, con “Hamelin, anno 1284”, un’immersione nelle profondità del Medioevo sulle tracce del leggendario Pifferaio magico grazie al flauto traverso di Norbert Rodenkirchen che nella sala Bartoli del Teatro Rossetti incanterà gli spettatori con musica medievale e fiabesca.

Per il ciclo Wunderkammer Laboratori il 6 dicembre alle ore 21 nella Basilica di San Silvestro andrà in scena “La scelta di Monsieur Masse” con Gyongy Erodi al violoncello e Paola Erdas al clavicembalo, protagoniste di un concerto in cui il virtuosismo si sposa con la poesia, su musiche di Forqueray, Boismortier e Masse, quest’ultimo genio creativo, cerniera fra viola da gamba e violoncello, che agli inizi del ’700 aprì il sipario della scena musicale francese al nuovo “Violonchelle”.

Il 28 dicembre nella sala del trono del castello di Miramare Fabio Accurso terrà la conferenza “Il lungo Meriggio del Liuto” e alle ore 21 suonerà al liuto e arciliuto musiche di Francesco da Milano, Marco dall’Aquila, Alessandro Piccinini e Bernardo Gianoncelli. L’evento “Prima che la corda si spezzi” è organizzato in occasione de “Una notte al museo”, progetto ideato dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.