“Luci e ombre del legno “ a Palazzo Roccabruna

0
399
Cciaa tn luci e ombre del legno 2014 Gianluigi Zeni 1
Cciaa tn luci e ombre del legno 2014 Gianluigi Zeni 1In mostra a Trento dal 14 marzo al 12 aprile la mostra itinerante sulla scultura lignea premiate al concorso di Castello Tesino

Ogni anno, dal 2002, sull’altopiano del Tesino – e precisamente a Castello Tesino – nell’ultima settimana di luglio si celebra un simposio internazionale di scultura lignea che richiama artisti da tutto il mondo. Una vivace competizione anima per una settimana le vie del piccolo borgo e delle frazioni circostanti. Incuriositi ed ammirati i turisti si affollano intorno ai grossi ceppi di legno dai quali piano piano le mani di abili artisti estraggono forme familiari o esotiche.

Selezionate da un apposito comitato tecnico – e premiate anche da una giuria popolare – le opere dei tre vincitori, insieme a quelle di uno scultore affermato, compongono la mostra itinerante “Luci e ombre del legno”, che testimonia, nelle varie sedi del Nord Italia in cui fa tappa, il genio creativo dell’uomo e la sbalorditiva versatilità della materia prima. La rassegna, che dal 14 marzo al 12 aprile sarà a Palazzo Roccabruna, dopo aver lasciato l’Art Museum di Ca’ la Ghironda alle porte di Bologna, è promossa dal Centro di documentazione del lavoro nei boschi di Castello Tesino. Essa si compone di venti opere – figure umane, immaginarie, geometriche, naturali – che raccontano con note di forte intensità plastica l’immaginario artistico degli scultori. Vincitore sia del premio della giuria che di quello del pubblico è stato nell’ultima edizione Ionel Alexandrescu, seguito dal primierotto Gianluigi Zeni e dal vicentino Marco Martello. Le loro opere sono esposte con quelle dello scultore di Ortisei Antonio Ruben da Cudan. Per Palazzo Roccabruna la mostra rappresenta un’iniziativa preziosa per la valorizzazione della cultura locale, in particolare dell’artigianato ligneo, che nei suoi esiti di punta assume i contorni di una vera e propria esplorazione artistica alla ricerca dell’intimo rapporto fra uomo, natura e territorio. Dalle montagne del Primiero la mostra “Luci e ombre del legno” si irradia in tutto il Nord Italia in un percorso itinerante che ha come scopo quello di riunire in un’ideale staffetta espositiva spazi artistici e sedi istituzionali testimoniando la qualità della materia prima – il legno trentino – e il talento degli artisti.