Imprese e burocrazia, eccesso di controlli

0
81
cgia giuseppe bortolussi 1
cgia giuseppe bortolussi 1Secondo la Cgia sulle PMI gravano ben 97 controlli di diversi enti ed agenzie

Sono quasi un centinaio, per la precisione 97, le principali attività di controllo che gravano sulle piccole imprese italiane (PMI). L’Ufficio studi della Cgia diMestre le ha elencate una a una suddividendo il quadro legislativo generale in quattro grandi settori.

Ambiente e sicurezza nei luoghi di lavoro. Quest’area è interessata da 50 possibili controlli che possono essere effettuati  da 11 Enti/Istituti diversi;

Amministrativo. Questo settore registra 6 controlli che sono ad appannaggio di 3 diversi Enti/Istituti;

Contrattualistica. Nell’area lavoro il numero dei controlli si ferma a 18, mentre gli Enti/Istituti interessati sono 4;

Fisco. In questo ambito il numero dei controlli è pari a 23 e sono 7 gli Enti/Istituti coinvolti.

«Con una legislazione spesso caotica e in molte circostanze addirittura indecifrabile – dichiara il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi – per molte aziende, soprattutto quelle di piccola dimensione, è difficile essere sempre a norma. Ricordo che il 95% delle imprese italiane ha meno di 10 addetti e non dispone, a differenza delle medie e grandi aziende, di nessuna struttura tecnica/amministrativa in grado di affrontare professionalmente queste problematiche. Detto ciò, non è nostra intenzione accusare nessuno, tanto meno gli enti di controllo che, spesso, sono anch’essi vittime di questa situazione. Troppe direttive, troppe leggi, troppi regolamenti creano solo confusione, mettendo in seria difficoltà non solo chi è obbligato ad applicare la legge, ma anche chi è deputato a farla rispettare».

Il tema della burocrazia, fa notare la Cgia,  è uno dei principali ostacoli che mina la crescita dell’Italia. «I tempi e i costi della burocrazia – conclude Bortolussi – sono diventati una patologia endemica che ci caratterizza negativamente. Non è un caso che molti investitori stranieri non vengano qui da noi proprio per la farraginosità del nostro sistema burocratico. Incomunicabilità, mancanza di trasparenza, incertezza dei tempi ed adempimenti onerosi hanno generato un velo di sfiducia tra imprese private e Pubblica amministrazione che non sarà facile eliminare».

Per crescere e creare nuovi posti di lavoro le imprese necessitano di servizi pubblici efficienti e di una legislazione chiara e facilmente applicabile. In questi ultimi anni, invece, il costo della burocrazia sul nostro sistema produttivo ha superato i 30 miliardi di euro all’anno. Questa situazione ha costretto moltissime aziende a trascurare il proprio business per occupare gran parte del tempo alla compilazione di certificati e scartoffie varie: un’anomalia che deve essere assolutamente rimossa. Un temasu cui si confronterà l’effettiva capacita di Matteo Renzi nel sul proposito di riformare il paese.


I principali controlli sulle imprese

(anno 2014)

SETTORI

N° POSSIBILI CONTROLLI

N° AGENZIE-ENTI-ISTITUTI COINVOLTI

Ambiente e sicurezza nei luoghi di lavoro

50

11

Amministrativo

6

3

Contrattualistica

18

4

Fisco

23

7

TOTALE

97

16 (*)

Elaborazione Ufficio studi CGIA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(*) questo totale non corrisponde alla somma degli addendi perchè alcuni Enti-Agenzie-Istituti sono presenti in più settori

 

ENTI CON COMPETENZE

SPECIFICHE SUL

CONTROLLO

AMBIENTE/SICUREZZA:

PRINCIPALI TIPI

DI CONTROLLO

Azienda

Sanitaria

locale

Direzione Territoriale del Lavoro

Inail

Agenzia

Regionale

per la Protezione dell’

Ambiente

Vigili del Fuoco

Nas (*) e/o Noe (**) e/o GdF (***)   e/o Capitaneria di Porto

Polizia Provinciale

Comune/

Polizia Municipale

Presenza e rispetto prescrizioni delle autorizzazioni edilizie (agibilità, accatastamenti e similari)

X

X

X

Conformità impianti (elettrico, idrico, gas, etc) e mantenimento in efficienza

X

X

X

X

X

X

Presenza e rispetto prescrizioni dell’autorizzazione allo scarico

X

X

X

X

X

Presenza e rispetto prescrizioni dell’autorizzazione sanitaria (ove prevista: per attività con alimenti, attività insalubri, per regolamenti comunali) e mantenimento condizioni autorizzate

X

X

X

Presenza e rispetto prescrizioni sulla valutazione di impatto acustico

X

X

X

Presenza e rispetto prescrizioni dell’autorizzazione alle emissioni in atmosfera (ove prevista)

X

X

X

X

Presenza e rispetto condizioni della sicurezza antincendio (compreso obbligo di specifico Certificato di Prevenzione Incendi)

X

X

X

Presenza e rispetto condizioni sulla corretta gestione dei rifiuti

X

X

X

X

X

Rispetto obblighi formativi in materia di sicurezza sul lavoro

X

X

X

X

X

Rispetto obblighi di valutazione dei rischi (in presenza di lavoratori), piani sicurezza

X

X

X

X

X

Rispetto obbligo di visite mediche ai lavoratori

X

X

X

X

Rispetto obblighi di verifica attrezzature di lavoro (es: mezzi di sollevamento, attrezzature a pressione etc.)

X

X

X

X

                 Elaborazione Ufficio studi CGIA

                 (*) Nucleo anti sofisticazioni dei Carabinieri (**) Nucleo operativo ecologico dei Carabinieri (***) Guardia di Finanza

ENTI CON COMPETENZE

SPECIFICHE SUL

CONTROLLO

AMMINISTRATIVO:

PRINCIPALI

TIPI CONTROLLO

Comune/

Polizia Municipale

Camera

di

Commercio

Inps

1

Verifica possesso di licenza , listino prezzi, orario apertura/chiusura

X

2

Verifica autorizzazioni insegne, vetrofanie, mezzi pubblicitari, occupazione suolo pubblico

X

3

Verifica del possesso dei requisiti specifici per l’esercizio dell’attività

X

4

Misurazione metri quadri attività produttiva

indicati nella SCIA

X

5

Verifica che l’attività artigiana sia realmente iscritta all’Albo imprese artigiane

X

6

Verifica che il lavoratore autonomo sia iscritto all’INPS

X

                                                                   Elaborazione Ufficio studi CGIA

AGENZIE-ENTI CON COMPETENZE

SPECIFICHE SUL

CONTROLLO

CONTRATTUALISTICA:

PRINCIPALI

TIPI DI CONTROLLO

Inps

Inail

Direzione Territoriale del Lavoro

Agenzia delle

Entrate

1

Verifica lavoratori occupati con raccolta dichiarazioni

X

X

X

2

Verifica libro unico e prospetti paga sottoscritti dai lavoratori

X

X

X

3

Verifica possesso registro infortuni

 

X

4

Verifica tasso o aliquota applicata in base all’attività esercitata

X

X

5

Verifica delega del professionista o dell’associazione di categoria tenutari delle scritture contabili e libri paga

X

X

X

6

Controllo modelli 770

 

X

7

Controllo autoliquidazioni Inail

 

X

8

Controllo UNIEMENS

X

9

Controllo modelli 730

 

X

10

Pagamento modelli F24 titolati/dipendenti

X

X

                                                                Elaborazione Ufficio studi CGIA

                                                                 Nota: i controlli colorati in rosso sono di natura formale, ovvero automatici

AGENZIE-ENTI CON COMPETENZE

SPECIFICHE SUL

CONTROLLO

FISCO:

PRINCIPALI

TIPI DI CONTROLLO

Agenzia delle

Entrate

Agenzia del

Territorio

Guardia di

Finanza

Camera

di

Commercio

Uffici

Doganali

Comune

Inps

1

Controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni dei redditi

X

2

Controllo delle spese deducibili inserite in dichiarazione dei redditi

X

3

Controllo congruità da Studi di settore

X

4

Accertamento da redditometro

X

X

5

Verifiche-ispezioni-accesso documenti

X

X

6

Controlli strumentali: corrispettivi/registratore di cassa

X

X

7

Controllo su corretta emissione di scontrini e ricevute fiscali

X

X

8

Controllo modelli Intrastat (operazioni intracomunitarie)

X

X

9

Controllo delle operazioni con i Paesi inseriti nella black list

X

10

Controllo dichiarazioni versamenti IMU

X

11

Controllo sul regolare accatastamento degli immobili (capannoni, laboratori, negozi, etc.)

X

12

Controllo versamento tassa libri sociali

X

13

Controllo versamento tassa annuale Camera di Commercio

X

14

Accertamento induttivo (ricostruzione ricavi)

X

X

15

Indagine finanziaria

X

X

16

Controllo versamenti contributi Inps dei lavoratori autonomi

X

                           Elaborazione Ufficio studi CGIA

                           Nota: i controlli colorati in rosso sono di natura formale, ovvero automatici