Ras, celebrati i 40 anni di convenzioni con le televisioni dell’area tedesca

0
273
pab-40-anni-ras-ilnordest
pab-40-anni-ras-ilnordestLa Rai di lingua tedesca con sede a Bolzano attiva nella produzione e trasmissione di programmi in lingua tedesca e ladina

Sono passati 40 anni dalla firma degli accordi della provincia di Bolzano con le emittenti radiotelevisive nazionali dell’area di lingua tedesca, punto di partenza per la ricezione anche in Alto Adige dei programmi di ARD, ZDF, ORF e SRG. L’importante anniversario culturale è stato festeggiato nella cerimonia a Bolzano con il presidente della Provincia Arno Kompatscher e l’omologo tirolese Günther Platter.

Tanti ospiti del mondo della politica e dell’informazione hanno partecipato a Palazzo mercantile alla cerimonia che ha celebrato i 40 anni dalla firma degli accordi tra la Provincia e le emittenti di lingua tedesca ARD e ZDF (Germania), l’ORF austriaca e la svizzera SRG per la trasmissione dei programmi tv anche sul territorio altoatesino. La sottoscrizione di quelle convenzioni nel 1974 ha visto concretizzarsi una norma di attuazione dello Statuto molto importante sul piano culturale per la minoranza tedesca.

«Parliamo di accordi che a posteriori hanno dimostrato tutta la loro grande portata, contribuendo a rafforzare lo sviluppo culturale e linguistico nonché ad ampliare il panorama dei media e il pluralismo dell’informazione in Alto Adige. In definitiva hanno allargato gli orizzonti culturali», ha sottolineato Kompatscher. Il Presidente ha ricordato inoltre che grazie a quei contratti «l’Alto Adige costituiva un’eccezione in Europa perché già allora poteva beneficiare di un’ampia offerta di canali tv, ben prima di internet e del satellite». Prima della norma di attuazione, la quota di informazione televisiva in lingua tedesca in Alto Adige si limitava a 10 minuti al giorno. Nel 1975, un anno dopo quella stipula, veniva costituita l’Azienda speciale radiotelevisiva RAS, che oggi garantisce la ricezione in Alto Adige di 18 emittenti televisive e 20 radiofoniche dell’area di lingua tedesca e ladina grazie all’attivazione di oltre 1.000 ripetitori RAS.

Nel suo intervento il governatore tirolese Platter ha ricordato che «anche il settore dei media rientra nelle forme di collaborazione transfrontaliera che oggi abbiamo istituzionalizzato nell’Euregio. Si tratta ora di andare avanti su questa strada con i progetti di cooperazione che Tirolo, Alto Adige e Trentino hanno già avviato negli ambiti di interesse comune: l’istruzione, la ricerca, la cultura e il traffico».

La cerimonia è proseguita ripercorrendo la storia e lo sviluppo delle trasmissioni tv in 40 anni ed è stata impreziosita dalla proiezione di brevi filmati d’epoca.