“Valori per volare”, nono spettacolo delle scuole in rete al Comunale di Belluno

0
167
valori per volare 2014 Le tre scuole premiate sul palco 1
valori per volare 2014 Le tre scuole premiate sul palco 1A vincere il II concorso “Maurizio Dorigo” il comprensivo di Ponte nelle Alpi e il Catullo

Platea stracolma e pubblico anche in galleria per il doppio appuntamento con il nono spettacolo delle Scuole in rete intitolato “Valori per volare”, che ha occupato il teatro comunale di Belluno in due distinte serate. Nella prima giornata si sono esibiti gli istituti comprensivi della provincia che hanno aderito al concorso, nella seconda gli studenti delle scuole superiori, per un totale di otto scuole partecipanti e di oltre 300 studenti impegnati sul palcoscenico.

Ad aggiudicarsi il primo premio della seconda edizione del concorso in memoria di Maurizio Dorigo, per la sezione elementari e medie, è stato l’istituto comprensivo di Ponte nelle Alpi, gemellato con l’associazione Primavera, con lo spettacolo “Alfabeto delle cose belle”. È seguito il mini-concerto a tre brani dei piccoli musicisti e cantanti dell’istituto comprensivo n. 2 di Nievo gemellato con l’associazione Libera, e l’istituto di Sedico e Sospirolo, gemellato con l’associazione Giovanni Conz, con “I diritti della Costituzione”.

Valori per volare 2014 Lo spettacolo vincitore del Catullo 1A conquistare il primo premio delle scuole superiori è stato il Catullo, scuola gemellata con l’associazione Formarte e prima classificata con lo spettacolo “Nessuno è perfetto” dedicato alle diversità fisiche e alle persone con disabilità, fatto in collaborazione con il Renier. A seguire il Polo Follador di Agordo, gemellato con Emergency e secondo classificato con “La festa della follia”. Terzo il liceo Galilei-Tiziano, gemellato con l’associazione Cucchini e sul podio grazie a “Quattro salti tra valori e pregiudizi”. Hanno partecipato anche il Renier con una formazione concertistica che si è esibita su tre brani, Wind of change, Les choristes e Happy ending; l’istituto Leonardo Da Vinci con letture espressive di prose e poesie su “Esodo e Foibe: una storia italiana”.

Fuori concorso, alcuni ragazzi delle Scuole in rete che hanno proposto un estratto dello spettacolo teatrale “Memoria di classe” di Maurizio Donadoni (intitolato per l’occasione “Storia di classe”) che ricostruisce gli ultimi giorni dalla tragedia del Vajont; infine Anna e Luca del Galilei assieme ad Aurora del liceo Dal Piaz di Feltre hanno letto alcuni brani sulla pace estratti da corrispondenze tra Freud e Einstein alle soglie della Seconda guerra mondiale.

Ai primi tre classificati sono andati alcuni premi in denaro, per un valore complessivo di 1.600 euro (raccolti con il supporto del Rotary, dell’associazione nazionale Vittime civili di guerra e del progetto delle Scuole in rete), da spendere per sostenere il programma delle Scuole in rete o da devolvere a favore del volontariato.

Lo spettacolo costituisce il momento creativo di un percorso di formazione e di arricchimento che dura per tutto l’anno scolastico e che viene portato avanti con risorse interne alla scuola, coadiuvate da esperti esterni. In base alla specializzazione di ogni istituto, le classi hanno intrapreso un percorso di crescita indirizzato all’approfondimento e al rafforzamento di valori come l’impegno per sé, per gli altri e per il mondo, la cittadinanza attiva, il dono, la gratuità, l’aiuto volontario. I lavori in classe consistono in viaggi, approfondimenti culturali sulle diverse tematiche della cittadinanza e anche testimonianze da parte delle associazioni gemellate con ciascun istituto. Scopo di Scuole in Rete è coinvolgere gli studenti in percorsi di cittadinanza attiva, con il coinvolgimento di tutta la comunità, nella convinzione che la promozione della società e dei giovani deriva dalla capacità delle scuole e di tutti gli adulti di far “sistema” educante.