Euregio “Senza Confini”, allargamento verso sud con l’ingresso della regione istriana

0
195
3 assemblea euregio senza confini Peter Kaiser Land Carinzia Valter Flego Regione Istriana Luca Zaia Debora Serracchiani 1
3 assemblea euregio senza confini Peter Kaiser Land Carinzia Valter Flego Regione Istriana Luca Zaia Debora Serracchiani  1A Parenzo la terza riunione dell’organismo transfrontaliero

L’Euregio “Senza Confini” si allarga verso l’Istria: nel corso della terza riunione dell’organismo transfrontaliero che riunisce Veneto, Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Carinzia svoltasi a Parenzo, si è deciso all’unanimità di allargare i confini verso sud, includendo anche l’Istria, contea della Croazia. Il presidente della contea, Walter Flego, ha ribadito le motivazioni che lo hanno portato a firmare lo scorso 9 gennaio la richiesta ufficiale di adesione al Gect, tra cui «la creazione di forme innovative di cooperazione nei settori previsti dall’atto costitutivo dell’Euregio, cosa che consentirà di dare nuova spinta alla crescita sociale ed economica di tutte le realtà».

Soddisfatto il governatore del Veneto Luca Zaia: «l’ingresso dell’Istria rappresenta la realizzazione di un sogno. Ma non aspetteremo – ha proposto il presidente Veneto, ottenendo il consenso dei colleghi – le ineludibili formalità per far partecipare l’Istria ai lavori dell’Euregio che comunque d’ora in avanti sarà presente alle nostre assemblee».

Il Governatore veneto, dopo aver dato un caloroso benvenuto nel Gect al presidente istriano Valter Flego, ha tributato un doveroso ringraziamento a Ivan Jakovcic, predecessore di Flego, a cui si deve l’avvio di questo percorso di adesione.

«Stesso mare, stessa storia – ha sottolineato Zaia -. Basta girare le città istriane per scoprire i tanti leoni di San Marco che testimoniano il grandioso lascito della Serenissima in queste terre. Ma anche quanto sia più facile comprendersi parlando il veneto piuttosto che l’italiano. Insomma, quella con l’Istria è una frontiera che non abbiamo mai vissuto come tale. La Croazia, appena entrata nell’Unione europea – ha concluso il Governatore – ha sicuramente nell’Istria la sua regione più europeista».

L’entrata dell’Istria è stata salutata con favore anche dal presidente del Land Carinazia, Peter Kaiser e dalla presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani.