Festeggiato dalla comunità trentina Mons. Luigi Bressan

0
282
festeggiamenti-anniversario-ordinazione-arcivescovo-trento-bressan-rossi-ilnordest
festeggiamenti-anniversario-ordinazione-arcivescovo-trento-bressan-rossi-ilnordestL’arcivescovo di Trento ha compiuto i cinquant’anni di ordinazione presbiteriale, i 25 di ordinazione presbiteriale e i 15 di elezione al vertice della curia trentina

Monsignor Luigi Bressan ha celebrato all’Arcivescovile di Trento una serie di importanti anniversari: cinquant’anni di ordinazione presbiteriale, i venticinque di ordinazione episcopale e il quindicesimo anniversario dell’elezione al vertice della curia trentina. Per celebrare insieme alla comunità trentina queste importanti ricorrenze, lo Stat (Studio Teologico Accademico di Trento) ha organizzato presso il teatro dell’Arcivescovile di Trento “Libertà va cercando – L’avventura esistenziale di Dante”, serata di riflessione sulla Divina Commedia a cura del professor Gregorio Vivaldelli.

Anche il sindaco di Trento Alessandro Andreatta e il Commissario del Governo di Trento Francesco Squarcina hanno partecipato all’evento. Il presidente della Provincia di Trento Ugo Rossi ha voluto portare il saluto e il ringraziamento all’arcivescovo per l’opera e il servizio svolti in mezzo secolo di attività sacerdotale. quella del vescovo, ha sottolineato, è una presenza preziosa per la comunità, presenza caratterizzata da una costante presenza tra la gente e da un forte senso di appartenenza al territorio e ai valori trentini. Il presidente ha anche sottolineato la capacità di Monsignor Bressan, pur essendo un pilastro della comunità Trentina, di saper guardare ed essere sempre proiettato altrove, di non far mancare mai il proprio sguardo sugli altri e a quelle comunità lontane da noi ma bisognose della nostra presenza.Il presidente della Provincia ha augurato a Monsignor Bressan una ancora lunga e importante presenza al servizio della nostra comunità.

«Tutti siamo chiamati dalla vita e da nostro Signore a prenderci delle responsabilità»: queste le parole di Bressan che ha aggiunto: «certo, ciò comporta fatica e difficoltà, ma anche immense gioie e soddisfazioni, specie se al centro poniamo il rapporto con gli altri e la misericordia. Oggi non voglio guardare al passato, ma al futuro che ci attende e alla comunità che intendo servire ancora con onore, passione e spirito di sacrificio».

Rossi ha donato all’Arcivescovo Bressan un piccolo presente, un quadro raffigurante “Maria con Bambino”. Al compimento del settantesimo anno nel febbraio prossimo, Mons. Bressan ha annunciato che presenterà come da rito le proprie dimissioni al Papa per raggiunti limiti d’età.