Presentata la XXI edizione dell’Accademia d’Organo di Smarano

0
177
organo s.rocco
organo s.roccoAppuntamenti dal 29 luglio al 9 agosto 2014 con l’organo e il clavicembalo

E’ in programma dal 29 luglio al 9 agosto l’edizione 2014 della “Smarano Organ and Clavichord Improvisation Academy” che quest’anno si soffermerà sul tema “La Fantasia del secolo diciottesimo” e, in particolare, sull’opera di Carl Philipp Emanuel Bach (1714 – 1788), del quale ricorre il terzo centenario della nascita, uno dei più importanti compositori del diciottesimo secolo.

La sua musica per tastiera – unna vasta raccolta di pezzi per organo, clavicordo e cembalo – rappresenta un ponte importante tra lo stile del tardo barocco e il periodo classico. Nelle sue composizioni si intravedono l’influenza di J. S. Bach e pure chiari riferimenti allo stile tastieristico della Germania del Nord (Buxtehude, Reincken, Lubeck) e, contemporaneamente, caratteristiche convenzionalmente denominate “stile galante” o Empfindsamer Stil (letteralmente stile delle sensazioni).

Tuttavia, la presenza nella sua musica di elementi di drammaticità, come movimenti agitati e ritmi e inattese sospensioni, fa in qualche modo di C.P.E. Bach il precursore del movimento “Sturm und Drang”. In più, la sua “Libera Fantasia “per tastiera e le “Sonate” per organo offrono la possibilità di studiare lo svilupparsi di queste forme attraverso il diciottesimo secolo e pure di seguire i suoi suggerimenti in materia di libera improvvisazione.

L’Accademia quest’anno si apre a Venezia, splendida e unica città, che nel secolo diciottesimo fu uno dei più importanti centri della cultura europea, in particolare riguardo alla musica, il 29 luglio. E’ tradizione ormai che, ad anni alterni, l’Accademia abbia il suo inizio o il suo epilogo in una località fuori Regione o addirittura all’estero – in passato a Milano, Roma, Bolzano, Bressanone, Bologna, Mantova, Verona, Svezia, Norvegia, Danimarca e Stati Uniti – località dove è stato possibile visitare e suonare strumenti particolarmente adatti al tema dei cosi previsti nell’anno specifico. Quest’anno a Venezia ci sarà la possibilità di utilizzare alcuni strumenti storici del 1700, epoca in cui la città lagunare fu uno dei centri più importanti della musica Europea; basti pensare a musicisti come Antonio Vivaldi, Benedetto Marcello, Giovanni Gabrieli e molti altri, che ebbero una grande influenza sul modo di scrivere e suonare la musica anche sui maggiori autori europei, tra i quali lo stesso Johann Sebastian Bach e i suoi discendenti ad uno dei quali – Carl Philipp Emanuel Bach – è dedicata l’Accademia di quest’anno, nel terzo centenario della morte.

La cortesia della Curia Patriarcale di Venezia ha consentito l’accesso alle chiese più prestigiose della Città quali I Santi Apostoli e la Basilica dei Frari, dove saranno tenuti due importanti concerti.

Il 31 luglio gli studenti dell’Accademia torneranno a Smarano per completare i corsi fino al 9 agosto.

I concerti dell’Accademia si svolgeranno a Smarano e a Sanzeno. Merita una speciale menzione il concerto dell’Orchestra Haydn che si terrà la sera del 14 agosto nella chiesa di Smarano.