Fibra ottica, accordo tra Trentino e Veneto

0
253
fibra ottica rendering 3D FbySH
fibra ottica rendering 3D FbySHAl via il completamento della dorsale est dell’infrastruttura provinciale che coprirà i comuni di confine

Garantire la copertura del segnale delle trasmissioni in digitale anche in caso di guasto. Questo l’obiettivo di un accordo siglato fra la provincia di Trento e la regione Veneto, approvato dalla Giunta provinciale di Trento, che prevede il collegamento fra il Trentino e i comuni di confine delle province di Belluno e di Vicenza, grazie al quale sarà completata la dorsale di distribuzione est dell’infrastruttura provinciale in fibra ottica.

Si tratta di un’opera indispensabile al fine di aumentare la sicurezza della rete provinciale, consentendo la chiusura di un anello che parte dalla Val di Fiemme e arriva in Valsugana, attraversando il Primiero e la provincia di Belluno per circa 43 chilometri. La messa in anello della rete permetterà la continuità di servizio anche nel momento in cui il cavo in fibra ottica dovesse essere tranciato, situazione che di tanto in tanto si presenta.

L’accordo, originariamente, si inseriva tra i progetti approvati nel piano operativo 2008 conseguente all’intesa tra la regione Veneto e il Trentino a favore dei territori confinanti, con il quale vennero gettate le basi per il completamento della dorsale est dell’infrastruttura in fibra ottica. Con la nuova delibera è stato approvato un accordo di attuazione di quell’intesa, che puntualizza gli aspetti tecnici relativi all’infrastruttura, non modificando gli aspetti economici definiti nell’accordo originario. Peraltro, rispetto all’importo stimato nel progetto preliminare del 2008 a carico di Trentino Network S.r.l., pari a 1.339.947 euro, si stima che, grazie all’evoluzione tecnologica nel settore, sarà possibile contenere i costi al di sotto di un milione di euro.