Veneto, nominati i vertici delle aziende ospedaliere di Verona, Chioggia e dello Iov

0
331
FOTO ZAIA CON DIRETTORI NOMINATI COBELLO MANTOAN DAl BEN-ilnordestquotidiano 1
FOTO ZAIA CON DIRETTORI NOMINATI COBELLO MANTOAN DAl BEN-ilnordestquotidiano 1Stabiliti anche i fondi per la ristrutturazione e ammodernamento degli ospedali della regione

Il governatore del Veneto Luca Zaia, affiancato dall’assessore alla sanità Luca Coletto, ha provveduto a nominare i vertici di alcune aziende ospedaliere in scadenza. Francesco Cobello, veneto di Mestre, è il nuovo direttore generale dell’Azienda ospedaliera universitaria di Verona.

Il direttore generale della sanità regionale Domenico Mantoan è prorogato alla guida dell’Istituto Oncologico Veneto fino al 31 dicembre 2015. Il direttore generale dell’Ulss 12 Veneziana Giuseppe Dal Ben continuerà ad occuparsi anche di quella di Chioggia, sempre fino alla fine del 2015.

Cobello, che va a sostituire Sandro Caffi, giunto alla scadenza del suo contratto, guiderà l’Azienda sanitaria scaligera per 5 anni. Attualmente è direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Trieste, incarico che lascerà nelle prossime ore. Negli anni scorsi è stato a lungo dirigente della Regione del Veneto, sempre nel settore sanitario, e in precedenza era stato il tecnico responsabile del bilancio alla provincia di Treviso.

Zaia e Coletto, rivolgendo un sincero ringraziamento a Caffi per l’importante opera svolta in seno all’Azienda ospedaliera di Verona, hanno sottolineato tra l’altro l’ottima collaborazione realizzata nel concertare la nomina di Cobello con il rettore dell’Università di Verona Nicola Sartor e la validità della scelta di un nuovo manager esperto e preparato, «che ha tutte le caratteristiche per portare avanti con successo l’ulteriore crescita di un grande polo d’eccellenza della sanità regionale come l’Aoui di Verona».

Come già in precedenza, Mantoan e Dal Ben presteranno la loro opera allo Iov e all’Ulss di Chioggia gratuitamente.

ZAIA ALLA FIRMA NUOVO DG ASL VerONA COBELLO 1Zaia ha anche provveduto a ripartire i fondi per gli ospedali della regione volti a finanziare lavori di ammodernamento ed ampliamento. Zaia ha confermato lo stanziamento di 22 milioni di euro già inserito nel bilancio 2014 per il nuovo ospedale di Padova, «che rimane la priorità numero uno della futura programmazione sanitaria della Regione Veneto». I rimanenti 28 milioni sono stati redistribuiti per sostenere altre necessità presenti sul territorio. «Per il 2015 – ha tenuto a precisare Zaia – i 50 milioni per il nuovo ospedale di Padova sono confermati. Non è cambiato nulla – ha concluso – e non ci sono ripensamenti di alcun genere».