Lanciato il primo master digitale “Cloud Learning” per trenta laureati

0
202
confindustria PD GIUMAN PETRUCCO POTTI ZORZATO E RODEGHIERO 1
confindustria PD GIUMAN PETRUCCO POTTI ZORZATO E RODEGHIERO 1Iniziativa di Confindustria Padova SIT e Dipartimento FISPPA dell’Università di Padova, con Regione Veneto e Comune di Padova per ottimizzare la gestione aziendale, le strategie di vendita, reputazione e fidelizzazione con le tecnologie digitali

Formare “innovatori digitali” in grado di aiutare le piccole e medie imprese a compiere il “salto” tecnologico e utilizzare in modo strategico web e social network per aumentare le vendite, fidelizzare i clienti e raggiungerne ulteriori. Offrire concrete opportunità nelle nuove professioni digitali, dall’e-marketing, e-commerce, app e mobile a tutte le tecnologie che tracciano i nuovi confini del business.

Questi gli obiettivi della prima edizione del master online in “Cloud Learning per la didattica e la formazione” progettato dal Dipartimento di filosofia, sociologia, pedagogia e psicologia applicata (FISPPA) dell’Università di Padova, in collaborazione con regione del Veneto, comune di Padova e Confindustria Padova Servizi innovativi e tecnologici (SIT). Un percorso di specializzazione rivolto a 30 laureati di tutte le facoltà che intendano specializzarsi nell’uso di web, new media e social nella pubblica amministrazione e nel privato, con uno specifico “indirizzo impresa” che formerà 10 esperti di strategie digitali nelle Pmi. Anche attraverso un periodo di training in aziende padovane e venete. Per alzare quel 31,8% di imprese che in Italia usa almeno un social media e il risicato 8,2% che vende prodotti e servizi online (fonte: Istat).

Il master è stato presentato nella sede di Confindustria Padova dal vice presidente Gianni Potti e da Corrado Petrucco direttore del master, Marino Zorzato vice presidente della regione del Veneto e Flavio Rodeghiero assessore alla cultura, turismo e innovazione del comune di Padova, partner istituzionali, e da Luca Giuman vice presidente Confindustria Padova SIT.

Gli iscritti all’indirizzo impresa del master, che partirà da marzo, acquisiranno competenze nella realizzazione di soluzioni innovative per la gestione dei processi gestionali e comunicativi nei contesti aziendali, quindi nell’utilizzo dei social network, e-learning, e-commerce, cloud ma anche app social e corporate, comunicazione mediale, con seminari e laboratori in aula sulle strategie di e-marketing, reputation online, blog e social per l’integrazione tra i mezzi di comunicazione aziendale. Tematiche su cui avranno modo di applicarsi concretamente, grazie alla collaborazione di Confindustria Padova, attraverso un project work all’interno di aziende associate, da settembre a dicembre 2015. C’è tempo fino al 20 gennaio per la preiscrizione obbligatoria

«Le statistiche, il mercato e l’esperienza di tutti i giorni dimostrano l’importanza del web e dei social nelle strategie e nel marketing aziendale – dichiara il vice presidente di Confindustria Padova, Gianni Potti -. Una partita da giocare anche a NordEst. Per governare il cambiamento tecnologico nelle aziende servono nuovi specialisti dell’era digitale competenti su internet e social. Con l’iniziativa del master, che vede insieme imprese e Università, daremo ai giovani un’aggiornata cassetta degli attrezzi per guidare le Pmi nel mondo digitale e ottimizzare il loro modello di business. Implementare le competenze nell’e-marketing, e-commerce e digital strategy vuol dire investire nel futuro».

«Il Master – spiega il direttore Corrado Petrucco – è molto concreto e, nel percorso dedicato all’impresa, formerà esperti in grado di sensibilizzare le Pmi all’utilizzo dei new media come acceleratore di innovazione e metterle in grado di avere una propria digital strategy per aggiornarsi nell’e-marketing, e-commerce e negli strumenti del cloud utili a rendere più efficiente la gestione dei processi aziendali e la formazione delle risorse umane. Il risultato dei project work in azienda sarà la messa a punto di un progetto specifico di innovazione su questi temi».

«L’amministrazione regionale – sottolinea il vice presidente della Regione Veneto Marino Zorzato – sta lavorando, in sinergia con tutti i soggetti interessati, per sostenere un processo ampio di innovazione e di crescita della competitività del territorio, attraverso le tecnologie digitali. Questo in sintonia anche con quanto delineato a livello europeo e nazionale. In particolare, attraverso le azioni indicate nell’Agenda Digitale puntiamo ad avere un Veneto più veloce, moderno e tecnologicamente più avanzato».

«Formare professionisti che siano motore dell’ammodernamento della Pubblica Amministrazione è un compito strategico lungimirante e prezioso – dichiara Flavio Rodeghiero, assessore alla cultura, turismo e innovazione del Comune di Padova -. L’Agenda digitale presentata dalla Commissione Europea ci impegna a cogliere le potenzialità delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per innovare, essere più competitivi e aiutare la crescita economica».