Salone di Ginevra, Volkswagen Golf declina la GTD in abito lungo con la Variant

0
203
Golf GTD Variant frontlat 1
Golf GTD Variant frontlat 1Introdotta anche la versione a basso consumo Bluemotion con l’adozione di un nuovo propulsore a benzina turbo 1.0 tre cilindri da 115 Cv

Sono passati 33 anni da quando la prima Golf GTD è stata lanciata sul mercato, diventando l’icona di tutte le Diesel sportive. Come poche altre, la GTD coniuga in modo affascinante prestazioni da sportiva a consumi da city car. Per la prima volta dal debutto della prima Golf GTD nel 1982, la Volkswagen lancia sul mercato la più sportiva di tutte le Diesel compatte ora anche in versione Variant, ovvero station wagon.

La nuova Golf GTD Variant è alimentata da un TDI 2.0 184 Cv. Il consumo nel ciclo combinato con cambio manuale a 6 marce è pari a 4,4 l/100 km (a fronte di emissioni di CO2 pari a 115 g/km). E’ disponibile anche con cambio automatico a doppia frizione DSG. In questo caso, i consumi raggiungono un valore – 4,8 l/100 km (a fronte di emissioni di CO2 pari a 125 g/km).

Vw Motore 1.0 TSI tre cilindri turbo 115 CvLa Golf GTD Variant è dotata di serie di sistema start/stop e di recupero dell’energia che sfrutta le fasi di rilascio per caricare la batteria. Il Turbodiesel 2.0 common rail della serie EA288 si distingue da un lato per la sua spiccata efficienza e, dall’altro, per la sua straordinaria potenza: tra 1.750 e 3.250 giri, il motore, dotato di due alberi di equilibratura, sviluppa 380 Nm di coppia massima costante. A questo si deve il fatto che la nuova Golf GTD Variant, indipendentemente dal cambio montato, riesca a passare da 0 a 100 km/h in soli 7,9 secondi. I 231 km/h di velocità massima (DSG: 229 km/h) completano un profilo molto sportivo.

Dal diesel sportivo al benzina supereconomico. Sulla Golf Berlina fa il suo esordio un’innovativa motorizzazione turbo a iniezione diretta della serie EA211, un tre cilindri 1.0 TSI che sviluppa una potenza di 115 Cv. In combinazione con il cambio manuale a 6 rapporti di serie, i consumi della Golf TSI BlueMotion si attestano su appena 4,3 l/100 km, per una velocità massima di 204 km/h, in questo caso. Le emissioni di CO2 sono invece pari a 99 g/km. La Golf TSI BlueMotion diventa così una delle auto con motore benzina più parche nei consumi al mondo e più pulite. La nuova motorizzazione sarà disponibile anche in abbinamento al cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti.