Vinitaly, inaugurato da Zaia, Martina e Maroni lo stand della regione del Veneto

0
149
Vinitaly 2015 inaugurazione stand veneto luca zaia maurizio martina roberto maroni 1
Vinitaly 2015 inaugurazione stand veneto luca zaia maurizio martina roberto maroni 1Zaia: «la Regione è primo produttore italiano per qualità. La sfida è la sburocratizzazione»

Lo stand del Veneto è stato inaugurato dal governatore Luca Zaia, assieme al presidente della Lombardia Roberto Maroni e del ministro all’agricoltura Maurizio Martina. Legittimo l’orgoglio di Zaia al taglio del nastro: «siamo i numeri uno nel settore vitivinicolo e sono i numeri a confermarlo: il 18% della produzione nazionale, 27.000 aziende, 52 vini riconosciuti e il 33% dell’export nazionale per un valore di 1.670 milioni. Un patrimonio straordinario e un volano strategico per l’economia nazionale. Questo, però, è un settore che oggi prevede 70 adempienti burocratici dal campo al mercato, 20 diversi enti controllori e oltre mille pagine di codici e manuali che impegnano per oltre 100 ore al giorno i produttori. La sfida del futuro è la sburocratizzazione».

«In questi giorni – continua Zaia – si celebra un compleanno speciale: il 24 marzo 2010 l’Amarone otteneva l’importante marchio DOCG che lo rende un’eccellenza assoluta insieme ad un altro vino, il Prosecco, che è leader per superficie coltivata. E il nostro impegno continua perché stiamo lavorando per permettere al Pinot Grigio di ottenere il riconoscimento, che garantirebbe competitività ad un altro prodotto identitario della nostra regione, dietro il quale ci sono storia e tradizione di un intero territorio».

Zaia si dichiara «orgoglioso che il Veneto possa vantare una fiera come questa, che è conosciuta in tutto il mondo e ringrazio di cuore tutte quelle persone, ed in particolare i più giovani, che hanno lavorato giorno e notte per garantire la perfezione dell’apertura di oggi. Il Veneto avrà – conclude il Governatore – un ruolo da protagonista all’Expo grazie anche alla stretta e strategica sinergia con la Regione Lombardia, che siamo certi darà grandi risultati anche dal punto di vista turistico».

Australia, Belgio ma anche Bosnia, Canada, Danimarca, Germania e Giappone, Malaysia, Singapore e USA: sono questi i Paesi da cui provengono gli operatori esteri che incontreranno gli imprenditori veneti martedì 24 marzo dalle 10.00 alle 14.30 allo stand della Regione al Vinitaly. «Questo spazio – commenta Franco Manzato, assessore all’agricoltura della Regione del Veneto – non è solo una vetrina istituzionale, ma vuole offrire alle aziende la possibilità di sviluppare nuovi business: fare squadra è la strategia che vogliamo promuovere per competere nei mercati internazionali, farci paladini di quel “Made in Italy” che ancora fa la differenza. Il Veneto è caratterizzato da un tessuto imprenditoriale fatto di alcune grandi aziende e di tante, tantissime piccole realtà che devono essere valorizzate».

È il terzo anno che viene riproposta questa iniziativa: ben il 72% delle aziende partecipanti ha valutato in maniera positiva i B2B (il restante 14% ha dato voto discreto, nessuna bocciatura). Il livello di competenza degli operatori è stato considerato buono dal 55%, ottimo dal 18%; il 95% ha promosso l’organizzazione degli spazi, il 100% l’assistenza in fiera. Ben il 91% si è detto interessato a partecipare nuovamente a questo tipo di meeting.