Università e mondo del lavoro più vicini grazie ai commercialisti udinesi

0
135

Udine. Si è tenuta ieri presso Palazzo Florio la firma della convenzione tra l’Università degli Studi di Udine e l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, alla presenza del Rettore Alberto Felice De Toni, del prof. Eugenio Comuzzi, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Economia Aziendale e del dott. Lorenzo Sirch, Presidente dell’ODCEC di Udine. Alla firma dell’accordo erano presenti anche Mario Nussi, coordinatore del consiglio unificato dei corsi di studio di Giurisprudenza, e Nicola Agnoli, delegato all’Università dell’Ordine dei Commercialisti.

La convenzione, che rappresenta l’ideale prosecuzione di un precedente accordo stipulato quattro anni fa, recepisce alcune novità introdotte dal Ministero. Consente a laureati dei due corsi di laurea – triennale in Economia aziendale e magistrale in Economia aziendale, curriculum Amministrazione e Controllo –, in possesso di specifici requisiti (crediti formativi maturati all’interno di una griglia di insegnamenti, con livelli richiesti tra i più alti in Italia e quasi doppi rispetto alle indicazioni ministeriali, per sottolineare la serietà della costruzione) di godere di due agevolazioni: l’esonero dalla prima delle tre prove scritte dell’esame di stato, e la possibilità di svolgere nel terzo anno del corso di laurea e nel secondo anno del corso di laurea magistrale una parte (6 mesi su 18 complessivi) del praticantato richiesto per l’abilitazione alla professione di dottore commercialista ed esperto contabile.

UNA CONVENZIONE PER AGEVOLARE I GIOVANI

“Questa convenzione – Ha dichiarato Alberto Felice De Toni, Rettore dell’Ateneo – rappresenta un ulteriore importante tassello nel processo di irrobustimento e consolidamento dei rapporti tra l’Università e il territorio locale e nazionale. L’ateneo ha sempre prestato grande attenzione, e oggi in un contesto di grande complessità in misura ancora maggiore, all’impostazione di un dialogo strutturato e sistematico con il territorio per lo sviluppo di azioni tese a supportare lo studente nel suo percorso professionale.”

“La convenzione quadro e la convenzione tecnica con l’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Udine – ha osservato Eugenio Comuzzi, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Economia Aziendale – costituiscono un ulteriore importante tassello nel processo di irrobustimento e consolidamento dei rapporti tra l’Università e il territorio locale e nazionale. Esse rappresentano una delle azioni che il dipartimento di Scienze economiche e statistiche e il corso di laurea magistrale in Economia aziendale, curriculum in Amministrazione e Controllo, stanno mettendo a punto.

COMMERCIALISTI ED ATENEO UNITI PER IL TERRITORIO

La proposta ha alcune finalità: irrobustire il dialogo e le relazioni sui temi propri della professione tra UNIUD e ODCEC UDINE; costituire la base per successivi e specifici accordi tra UNIUD e ODCED UDINE, tesi a riconoscere e valorizzare il ruolo dell’Ateneo come referente scientifico per l’attività di alta formazione professionale di riferimento per l’Ordine; fornire uno strumento di indirizzamento verso il mondo del lavoro e un supporto per gli studenti del corso di laurea triennale e magistrale in Economia aziendale, curriculum in Amministrazione e Controllo, che intendono avvicinarsi alla professione di Dottore commercialista ed Esperto contabile.”

I COMMERCIALISTI RACCORDO TRA IMPRESE, ISTITUZIONI E FINANZA

“Per l’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Udine – ha dichiarato Lorenzo Sirch, Presidente dell’ODCEC di Udine – è particolarmente importante che il percorso: “università-tirocinio-esame di stato-inserimento negli studi professionali” possa essere iniziato e portato a termine nelle istituzioni e negli studi della nostra provincia con soddisfazione sia per gli studenti che per gli studi professionali, i quali potranno essere destinatari di “innesti” sempre più qualificati.

PROFESSIONISTI SPECIALIZZATI ATTRAVERSO ALTA FORMAZIONE

Al fine di agevolare l’inserimento dei giovani – in questo caso i futuri commercialisti – nelle dinamiche del tessuto economico-professionale del nostro territorio è oggi fondamentale che il mondo del lavoro e l’Università collaborino nello scambio continuo e reciproco di conoscenze e di esperienze, attivando una contaminazione positiva di contenuti, linguaggi ed applicazioni pratiche sul tessuto economico-professionale del nostro territorio, nel quale i commercialisti svolgono un ruolo chiave perché sono il naturale e necessario raccordo tra mondo delle imprese, istituzioni e mondo finanziario. Inoltre, attraverso i percorsi di formazione che potranno essere definiti in collaborazione con l’Ateneo di Udine, anche i commercialisti “senior” potranno accrescere la propria professionalità al fine di supportare tutte le imprese del territorio, anche quelle che competono sui mercati globali.”