Via libera al “Viagra delle donne”

0
317
addyl viagra femminie pillola labbra donna bocca
La molecola di flibanserina ha rivelato effetti sul desiderio femminile. A breve nelle farmacie solo su prescrizione medica arriva l’Addyl

 

addyl viagra femminie pillola labbra donna boccaAlla fine, con quindici anni di ritardo rispetto alla pillola azzurra che ha rivoluzionato la vita e rivitalizzato molti uomini infiacchiti, arriva la pillola rosa destinata alle donne che lamentano scarsezza di libido. A differenza della “pillola blu”, quella “rosa” si attiva sui meccanismi celebrali, agendo sui livelli di dopamina e di norepinefrina oltre che sui neurotrasmettitori che attivano il desiderio sessuale e sulla serotonina che regola l’inibizione. Se per i marchi il “problema” si risolve agendo sulla funzione meccanica”, per le signore il problema è tutto di carattere chimico.

La pillola, il cui nome commerciale è “Addyl” arriverà nelle farmacie a metà ottobre e sarà in vendita solo dietro la presentazione della ricetta medica e non potrà essere pubblicizzata per i primi 18 mesi. Per essere efficace, a differenza dell’uomo che basta l’assunzione della pillola e attendere un paio d’ore per avere l’effetto desiderato, la pillola rosa deve essere assunta con regolarità tutti i giorni, quasi come un anticoncezionale, la sera prima di coricarsi. La pillola ha ancora degli effetti collaterali piuttosto importanti, come la sonnolenza pesante, nausea, capogiri e, se associato all’assunzione di alcol, pericolo di improvvisi cali di pressione e perdita di conoscenza. Per questi motivi, il via libera alla “pillola rosa” è stato molto lungo, con l’autorità sanitaria americana che ha imposto alla casa produttrice di ripetere per ben due volte gli studi e la sperimentazione per comprendere meglio i rischi connessi all’assunzione della pillola.

Se per la casa farmaceutica che la produce la nuova pillola «rappresenta un a pietra miliare che cambierà la vita di molte donne, perché in questo campo non ci sono state molte innovazioni dall’invenzione della pillola anticoncezionale del 1960», il rischio è che gli effetti non siano all’altezza delle promesse o delle attese, in quanto i meccanismi della libido femminile sono  decisamente più complicati di quella maschile. Anche nelle varie sperimentazioni del farmaco, si è evidenziato che chi lo ha assunto ha avuto in media 4,4 rapporti sessuali sodisfacenti al mese rispetto ai 2,7 precedenti, superati di poco rispetto a chi aveva assunto un placebo (3,7).