Presentata la XX edizione di “Friuli Doc”

0
317
friuli doc shaurli
 
 

friuli doc shaurli«Nell’anno dell’Expo, la Regione Friuli Venezia Giulia ha inteso dare, in stretta sinergia con il comune di Udine, nuovi contenuti a questa festa popolare, che deve mantenersi tale ma che è giusto abbia anche l’ambizione di mostrare ai cittadini e ai visitatori le nostre eccellenze agroalimentari» ha sottolineato l’assessore regionale alle risorse agricole Cristiano Shaurli, alla presentazione della ventunesima edizione di “Friuli Doc”, di cui la Regione è partner istituzionale, in programma dal 10 al 13 settembre in tutto il centro di Udine.

Per Shaurli questa «è un’edizione particolarmente importante perché si svolge in un contesto di accresciuta attenzione ai temi della sostenibilità, della cura dell’ambiente nelle produzioni agroalimentari. Expo 2015 non si riduce a bellissimi padiglioni espositivi, ma è importante per i temi che affronta: la “Carta di Milano” avrà di certo riflessi anche per il Friuli Venezia Giulia, una regione piccola, dove i temi della biodiversità, del “consumare meno ma meglio”, della scienza a sostegno della qualità sono fondamentali».  Di questi temi si parlerà proprio in via Mercatovecchio, grazie agli stand allestiti da ERSA-Agenzia regionale per lo sviluppo rurale. Dieci le aree proposte lungo tutta la via principale della città, ciascuna contraddistinta da un proprio colore, secondo il motto “Agricoltura a colori”.

Ci saranno aree dedicate ai consorzi del comparto agroalimentare, alle aziende concessionarie del marchio “Aqua” «non un semplice logo – ha messo in guardia Shaurli – ma la scelta forte di una Regione di assumersi la responsabilità delle sue filiere di qualità», ai prodotti agroalimentari tradizionali e all’agricoltura biologica. E a proposito di biologico, Shaurli ha ricordato che le domande per il bando in questo settore del nuovo PSR, Piano di sviluppo rurale, hanno superato già il 150%. Oltre all’enoteca dei vini Doc e Dogn, sarà messo in evidenza un altro settore in grande crescita, sia per il numero di produttori che per la qualità: la birroteca con le migliori birre artigianali del Friuli Venezia Giulia.

Tre gli spazi di incontro per divulgare le attività di Ersa per il settore agricolo: la Saletta degustazioni, lo Spazio Incontri e uno Spazio Bimbi, con attività didattiche. «Anche il Consorzio per la tutela del formaggio Montasio, nostra filiera di punta, sarà presente con uno stand e dimostrerà come si produce il formaggio, preparando sabato 12 settembre in piazza Libertà un frico da record – circa 180 kg per 800 porzioni preparate in una teglia da 253,5 cm di diametro – che verrà poi distribuito al pubblico presente», ha ricordato Shaurli. «Oltre a via Mercatovecchio saremo anche in piazza San Giacomo – ha aggiunto infine l’assessore – con i vini premiati dalle migliori guide italiane, con il prosciutto di San Daniele e con il formaggio Montasio di malga e di latte crudo di pezzata rossa, le eccellenze friulane per far provare quanto la biodiversità e la qualità siano importanti».

Shaurli: «una vetrina strategica per i prodotti alimentari della Regione»