A Guastalla inaugurato l’asilo completamente sostenibile

0
485
asilo guastalla 1
Realizzato in legno con una struttura simile ad una balena è stato concepito dall’architetto bolognese Mario Cucinella

 

asilo guastalla 1Guastalla ha il suo nuovo asilo realizzato con tecniche di completa sostenibilità ambientale. Ideato dall’architetto bolognese Mario Cucinella, l’edificio è stato completato il 12 aprile 2014 in tempi record grazie al ricorso all’architettura prefabbricata che coniuga pannelli di legno lamellare a gradi vetrate attraverso cui fluisce la luce esterna.  Lo scorso sabato la struttura è stata inaugurata e ha ufficialmente dato una nuova scuola ecologica ai bambini che avevano perso i loro istituti scolastici a causa del terremoto del 2012.

L’asilo sostenibile dai bambini viene chiamata “la balena” per la forma tondeggiante degli interni, pensati per garantire la massima sicurezza e tutto il comfort possibile ai piccoli studenti. Realizzato in collaborazione con l’altoatesina Rubner leader nella prefabbricazione in legno l’edificio è interamente costruito con materiali naturali privi di sostanze chimiche dannose mentre il legno lamellare della struttura ed il vetro delle pareti permettono allo sguardo di attraversare le aule da un lato all’altro e stimolare l’interazione del bambino con lo spazio circostante.

Soddisfatto il prgettista Cucinella: «per progettare un asilo nido e una scuola d’infanzia è necessario che si incontrino e dialoghino discipline diverse: l’architettura, la pedagogia, la psicologia, l’antropologia. La qualità degli spazi dipende da come questi saperi riescono a interagire tra loro. La costruzione di ambienti per i più piccoli può essere uno spunto di riflessione sul ruolo dell’architettura, che non è solo materia da riviste patinate ma può diventare strumento educativo: lo spazio condiziona i comportamenti e bambini cresciuti in un ambiente confortevole, stimolante, adatto alle loro esigenze saranno adulti più consapevoli.

L’asilo complessivamente è costato complessivamente 3,2 milioni di euro, 1,4 finanziati dal comune di Guastalla, 750.000 euro dalla Regione Emilia Romagna, 250.000 euro dal concerto “Italia Loves Emilia” ed i restanti provenienti dalle offerte raccolte dalla Regione.asilo guastalla 2