I Comuni veneti al Tar Lazio contro Poste Italiane

0
132

Treviso. Sono oltre una decina i Comuni della provincia di Treviso che hanno presentato ricorso al Tar Lazio contro Poste Italiane spa, Ministero dell’Economia e delle Finanze, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e Ministero dello Sviluppo Economico per la chiusura degli uffici postali.

A chiedere il ritiro del provvedimento di chiusura degli uffici postali del proprio territorio sono i Comuni trevigiani di Borso del Grappa, Codognè, Follina, Fonte, Giavera del Montello, Godega di Sant’Urbano, Maserada sul Piave, Nervesa della Battaglia, San Zenone degli Ezzelini, Sarmede, Valdobbiadene, Vedelago assistiti dal prof. avvocato Luigi Garofalo dell’omonimo studio legale in Treviso.

Poste Italiane Spa invece è difesa dagli avv. Angelo Clarizia partner dello studio legale Clarizia e associati in Roma, Carlo Mirabile partner dello studio legale Brancadoro – Mirabile e dagli in-house counsel Andrea Sandulli e Marco Filippetto.

È stata la terza sezione del Tar Lazio, presieduta dal giudice Mario Alberto di Nezza, ad accogliere il ricorso e sospendere temporaneamente il provvedimento di chiusura fino alla decisione di merito prevista per l’aprile 2016.

Scopri tutti gli incarichi: Luigi Garofalo – Garofalo Luigi; Angelo Clarizia – Clarizia & Associati; Carlo Mirabile – Brancadoro – Mirabile;