L’Agenzia delle Entrate di Trento vince contro Fein Elast Italia

0
195

Ala (Trento). È stata la quinta sezione civile della Suprema Corte, presieduta dal giudice Stefano Bielli, a respingere il ricorso di Fein Elast Italia (ora LeMur) contro la sentenza della commissione Tributaria di secondo grado di Trento che, confermando la sentenza di primo grado, aveva disatteso le pretese di Fein Elast.

Fein Elast Italia s.p.a. (ora LeMur s.p.a.) è difesa dall’avvocato Enrico Giammarco, partner dello studio legale Giammarco Russolo in Trento, e dall’avvocato Claudio Coggiatti dell’omonimo studio legale in Roma.
L’Agenzia delle Entrate è assistita dall’avvocato dello Stato A. De Bonis.

Nel 2007 Fein Elast Italia, che aveva proposto istanza di rimborso relativa all’ammontare dell’IVA – versata in conseguenza all’atto di adesione ad un accertamento relativo al periodo di imposta 2001 – aveva presentato un ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale di primo grado di Trento contro il silenzio – rifiuto dell’Agenzia delle Entrate. Sia la C.T.P. che la C.T.R. avevano rigettato la pretesa considerata inammissibile “in quanto l’accertamento definito con adesione non è soggetto ad impugnazione.” In particolare, secondo la Commissione Tributaria di secondo grado, “la sottoscrizione dell’atto di adesione da parte della contribuente, con l’effetto della non assoggettabilità ad impugnazione dell’accordo raggiunto, implica per la contribuente medesima la rinuncia ad ogni eventuale pretesa futura.”

Nel ricorso alla Suprema Corte Fein Elast ha sostenuto che “erroneamente la C.T.R. aveva reputato che il ricorso avverso il silenzio-rifiuto avesse natura impugnatoria dell’accertamento con adesione.” La Cassazione, con sentenza pubblicata il 03 giugno 2015, ha respinto il ricorso considerandolo inammissibile, in quanto carente del quesito di diritto, e condannando Fein Elast Italia al pagamento delle spese di lite.

Fein Elast Italia è un’azienda nata nel 1997 come Alafil s.p.a. e successivamente ceduta alla multinazionale tedesca Fein Elast fino al 2011, anno in cui ha cambiato la propria compagine sociale e denominazione in LeMur. Attraverso un’operazione di management by out, in cui il gruppo Fein Elast aveva ceduto la propria quota di maggioranza di Fein Elast Italia al management dell’azienda, Mario Dorighelli e Thomas Klotz hanno dato vita a LeMur s.p.a. L’azienda recentemente ha ottenuto uno straordinario successo grazie a “Muriel”, un rivoluzionario e brevettato filato in silicone che si è aggiudicato il premio “Future Materials Awards” nella categoria “Best Innovation for Protective Textiles”.

Scopri tutti gli incarichi: Enrico Giammarco – Giammarco Russolo; Claudio Coggiatti – Coggiatti & Associati;