Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano ospite a Bolzano e Trento della Stagione sinfonica dell’Orchestra Haydn

0
276
orchestra I Pomeriggi milano foto di Lorenza Daverio
Direttore e violoncello solista Enrico Dindo impegnato nell’esecuzione di pagine del triestino Paolo Longo, Šostakovič e Beethoven

 

orchestra I Pomeriggi milano foto di Lorenza DaverioSi aprirà con un nuovo brano per orchestra composto da Paolo Longo, il concerto sinfonico che vedrà martedì 26 aprile a Bolzano (Auditorium, ore 20) e mercoledì 27 aprile a Trento (Auditorium, ore 20.30) il direttore e violoncellista Enrico Dindo sul podio dell’orchestra “I Pomeriggi Musicali”, nell’ambito della Stagione sinfonica promossa dall’Orchestra Haydn.

Paolo Longo, compositore (ma anche direttore d’orchestra) triestino, è nel novero dei compositori a cui la Fondazione I Pomeriggi Musicali ha commissionato quest’anno un brano sinfonico destinato all’apertura di ogni concerto della stagione sinfonica. Ad ogni compositore è stato chiesto di ispirarsi ad una delle “Città invisibili” dello scrittore Italo Calvino, nel ricorrere del trentennale della sua scomparsa. Il brano di Paolo Longo è dedicato alla città di Clarice, da cui il titolo “Clarice – De Alio Ordine”. 

Nato nel 1967 a Trieste (per lunghi anni è risieduto ed ha operato all’estero), Longo è autore di musica vocale e strumentale che ha ottenuto vasti consensi; è stato premiato in più di 25 concorsi internazionali di composizione (tra di essi, il concorso Grieg di Oslo, Il Prix de l’Acadèmie de Lutèce a Parigi, il Renée B. Fisher di New Haven, il Martirano Award della University of Illinois, il Prix Reine Marie José di Ginevra, il Chamber Music Composition Competition di Tokyo, il Premio Valentino Bucchi, e molti altri).

A seguire, Enrico Dindo darà prova del suo talento nel Concerto n. 1 per violoncello e orchestra di Dmitrij Šostakovič, pagina superba dedicata dal compositore russo al grande e indimenticato Mstislav Rostropovič. Per il finale, invece, il noto violoncellista salirà sul podio in veste direttore, per guidare I Pomeriggi Musicali nella Sinfonia n. 2 di Ludwig van Beethoven.