Nova Gorica, incontro Friuli Venezia Giulia – Slovenia

0
331
FVG Debora Serracchiani Presidente Regione Friuli Venezia Giulia e Karl Viktor Erjavec Vicepremier e ministro Affari Esteri Repubblica di Slovenia
Strategie macroregionali e cooperazione al centro dell’incontro del Comitato congiunto

 

FVG Debora Serracchiani Presidente Regione Friuli Venezia Giulia e Karl Viktor Erjavec Vicepremier e ministro Affari Esteri Repubblica di SloveniaFriuli Venezia Giulia e Slovenia «concordano circa il rafforzamento della cooperazione bilaterale, sulla necessità di implementare lo scambio di esperienze, buone pratiche e informazioni», accanto all’impegno per la soluzione delle problematiche ancora aperte e per un’azione congiunta più efficace nell’ambito delle strategie macroregionali europee anche attraverso la Cooperazione territoriale europea. E’ quanto afferma la dichiarazione congiunta sottoscritta dalla presidente della Regione Debora Serracchiani e dal ministro degli Esteri e vicepresidente del Governo sloveno, Karl Erjavec che ha suggellato a Nova Gorica la sessione plenaria del Comitato congiunto Friuli Venezia Giulia-Slovenia. 

Entrambe le parti hanno espresso «soddisfazione per il proseguimento della cooperazione avviata», dopo che il Comitato congiunto era ripartito lo scorso 7 aprile del 2015 articolando la sua attività nei principali settori d’interesse comune, che anche oggi hanno dato vita, prima della sessione plenaria, alla riunione di cinque tavoli tecnici più il tavolo speciale dedicato al tema delle minoranze, presenti gli assessori regionali del Friuli Venezia Giulia e il ministro sloveno per le relazioni con la comunità nazionale autoctona nei Paesi limitrofi e con gli sloveni all’estero Gorazd Zmavc.

Nell’ambito del Comitato congiunto Friuli Venezia Giulia-Slovenia, Serracchiani ha incontrato l’ambasciatore d’Italia a Lubiana, Paolo Trichilo, in carica nella capitale slovena dallo scorso gennaio. Nel corso del colloquio la presidente e l’ambasciatore italiano in Slovenia hanno fatto il punto sui diversi aspetti dei proficui rapporti tra l’Italia e la vicina Repubblica, sviluppatisi in particolare dopo la visita ufficiale del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Lubiana nell’aprile 2015, mettendo soprattutto in luce un quadro di grande interesse bilaterale grazie anche al ruolo fondamentale assunto dal Friuli Venezia Giulia.

A livello economico, la Slovenia se la passa meglio che il Belpaese. La produzione industriale in Slovenia è cresciuta del 5,6% nel primo trimestre del 2016 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’aumento è dovuto soprattutto alla crescita della produzione manifatturiera (+7,7%) e dell’estrazione mineraria (+7,6%). Lo si apprende dai dati pubblicati dall’Ufficio nazionale per la statistica. Tra gennaio e marzo, le attività di export dalla Slovenia sono ammontate a un totale di sei miliardi di euro, il 2,9% in più rispetto allo stesso periodo del 2015. Nel frattempo, l’import è calato dell’1,1% a 5,6 miliardi di euro.incontro FVG slovenia