Il trentino Frate Francesco Patton nuovo Custode di Terra Santa

0
187
Padre Francesco Patton nominato Custode di Terra Santa
La soddisfazione per la nomina dell’Arcivescovo di Trento Lauro Tisi

 

Padre Francesco Patton nominato Custode di Terra SantaIl trentino Frate Francesco Patton è il nuovo Custode di Terra Santa. Egli succede a frate Pierbattista Pizzaballa che ha guidato la Custodia negli ultimi dodici anni. Patton è stato nominato dal Governo generale dell’Ordine dei Frati Minori ed approvato dalla Santa Sede a norma degli Statuti Pontifici che reggono questa Entità dell’Ordine Francescano.

Francesco Patton, nato a Vigo Meano, nella diocesi di Trento, il 23 dicembre 1963, appartiene alla Provincia “S. Antonio dei Frati Minori” dell’Italia del Nord. Oltre all’italiano, parla inglese e spagnolo.

Ha emesso la prima professione religiosa il 7 settembre 1983 e quella solenne il 4 ottobre 1986. Ha ricevuto l’ordinazione presbiterale il 26 maggio 1989. Nel 1993 ha conseguito la licenza in Scienze della comunicazione presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma. Ha svolto diversi servizi all’interno della sua Provincia di origine e all’interno dell’Ordine. È stato due volte Segretario generale del Capitolo generale OFM (2003 e 2009), Visitatore generale (2003), Ministro provinciale della Provincia “S. Vigilio” di Trento (2008-2016), Presidente della Conferenza dei Ministri provinciali d’Italia e Albania (COMPI, 2010-2013).

Numerosi gli incarichi fuori dell’Ordine: membro del Consiglio Presbiterale Diocesano e della Segreteria dello stesso Consiglio Pastorale Diocesano dell’Arcidiocesi di Trento; docente di scienze della comunicazione sociale presso lo Studio Teologico Accademico Tridentino; collaboratore del settimanale diocesano “Vita Trentina”, della radio diocesana “Studio Sette” e di Telepace Trento. Dal 1991 è iscritto all’albo giornalisti del Trentino – Alto Adige come pubblicista.

Appresa la notizia della nomina di Fra Francesco Patton a Custode di Terra Santa, l’arcivescovo di Trento Lauro Tisi si è felicitato così con lui: «carissimo fra Francesco, anche a nome dell’arcivescovo emerito Luigi, consentimi di esprimerti la gioia della Chiesa di Trento per la tua nomina a Custode di Terra Santa. Davanti a te un incarico prestigioso, che ci onora, e un compito tanto impegnativo, in quella terra dove tutto è nato. Per questo ti assicuriamo tutta la nostra vicinanza nella preghiera, insieme all’augurio che la tua capacità e il tuo spirito di servizio possano favorire quei percorsi di pace e di fratellanza a cui il tuo fondatore, San Francesco, richiama tutti. Ti sia compagno, accanto alla fede, lo spirito di saggezza, solidarietà e concretezza del tuo amato Trentino».