Conai, la filiera del riciclo vale ogni anno in Italia circa 10 miliardi euro

0
238
rifiuti riciclaggio
Al Meeting di Rimini l’ultima tappa del viaggio “#ilmiopianeta”

 

rifiuti riciclaggioChiusura al Meeting di Rimini per il tour di Conai “#Ilmiopianeta” pensato per promuovere la responsabilità dei cittadino verso la tutela dell’ambiente e lo sviluppo dell’economia circolare. Dopo le tappe di Milano, Genova, Torino, Catania, Catanzaro e Bari, “#Ilmiopianeta” approda al Meeting di Cl di cui Conai è partner.

L’appuntamento punta a promuovere la corretta separazione dei rifiuti di imballaggio – in acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro – attraverso un’attività di comunicazione non convenzionale, come i flash mob. 

Secondo i dati preconsuntivi di Conai, nel 2015 grazie alla raccolta differenziata sono state conferite nella sola Emilia-Romagna 367.669 tonnellate di rifiuti di imballaggio, in crescita del 4,2% rispetto al 2014. Questi quantitativi corrispondono a 2.175.556 cassonetti pieni di rifiuti indifferenziati. Inoltre, grazie all’avvio a riciclo dei rifiuti d’imballaggio i comuni della regione hanno potuto contare su 41,1 milioni di euro di risorse aggiuntive, pari ai corrispettivi erogati da Conai per i maggiori oneri derivanti dalla raccolta differenziata, secondo quanto previsto nell’ambito dell’accordo quadro siglato con l’Anci. 

«L’assunzione di responsabilità del singolo attraverso gesti semplici come la corretta separazione dei rifiuti è fondamentale per garantire l’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio – ha commentato Walter Facciotto, direttore generale di Conai – ma la salvaguardia dell’ambiente non è l’unico ambito che si avvantaggia da questa azione concreta. Anche l’economia e l’occupazione ne traggono benefici consistenti: la filiera del riciclo in Italia vale infatti ogni anno circa 10 miliardi di euro e dà lavoro a 37.000 addetti, di cui 18.000 la impiegati nella sola gestione dei rifiuti di imballaggio».