La carta d’identità degli alimenti si fa “on-line” con le Camere di commercio

0
176
2016 10 Etichettatura BOrghero Bissoli Stirparo
Il portale “foodlabelcheck.eu” consente alle imprese alimentari di realizzare le etichette inserendo i propri ingredienti, utilizzando un database alimentato con la collaborazione dei fornitori di materie prime

 

2016 10 Etichettatura BOrghero Bissoli StirparoDal 13 dicembre 2016, tutti i prodotti alimentari che non siano commercializzati unicamente a livello locale dovranno indicare in etichetta i valori nutrizionali. Rischi e opportunità della nuova normativa, che le Pmi artigiane potranno applicare grazie a “Food label check”, la piattaforma on-line realizzata da Unioncamere del Veneto e presentata in Camera di commercio a Verona.

«Un adempimento impegnativo, ma anche una grande opportunità di comunicazione per le imprese che utilizzano ingredienti locali e di qualità, come nella maggior parte dei casi del “Made in Verona artigianale» afferma Andrea Bissoli, componente di Giunta della Camera di commercio di Verona e presidente dell’Associazione artigiani scaligera che ha aperto i lavori del Convegno “L’etichettatura alimentare nelle piccole produzioni artigianali”.

«Continua il programma di sostegno all’artigianato attivato dalla Camera di Verona con la collaborazione delle associazioni di categoria – ha spiegato Bissoli – abbiamo puntato su momenti di comunicazione al pubblico come la sfilata di Verona Fashion, ma anche sulle mostre mercato in cui gli artigiani avranno la possibilità di fare cassa, con spese di allestimento minime». 

“Emozioni Artigiane” e l’“Artigiano in fiera”, sono in programma per dicembre, il mese d’oro per gli acquisti. Nel frattempo, la Camera di commercio si è concentrata sul sostegno e sulla formazione delle imprese artigiane organizzando una serie di convegni volti a chiarire alcuni aspetti delicati: come i finanziamenti a disposizione per interventi di efficientamento energetico degli immobili e, ora, l’etichettatura obbligatoria degli alimenti, confezionati e sfusi. Sia che siano venduti, che somministrati al pubblico.

Sulle 25.693 imprese artigiane veronesi, solo le 466 dell’alimentare sono in aumento del 1,6% nel I semestre 2016 rispetto al I semestre 2015, contro un calo del 2% del dato complessivo. 

Il segretario generale di Unioncamere Veneto, Gian Angelo Bellati ha presentato regole di iscrizione e funzionamento della piattaforma “Food Label Check”, realizzata da Unioncamere Veneto in collaborazione con la Regione del Veneto, la Camera di commercio di Bolzano e l’Università di Padova, per l’etichettatura dei prodotti alimentari. «Il lavoro artigianale veneto con una grande varietà di prodotti e l’utilizzo di ingredienti locali può avere successo – ha detto Bellati – ed è indispensabile cogliere le sinergie per automatizzare e centralizzare quello che la singola Pmi non è sempre in grado di realizzare. Ad esempio una banca dati nutrizionale. Nessun partner progettuale vede le ricette degli imprenditori, ma i fornitori di semilavorati, come ad esempio miscugli di farine, possono proporre l’immissione dei loro prodotti nella piattaforma».

Il portale semplifica di molto il processo di creazione dell’etichetta, dato che gli ingredienti sono già a disposizione nella banca dati ed il produttore deve solo inserire la ricetta del proprio prodotto. Una volta creata l’etichetta, essa è stampabile direttamente da qualsiasi computer con vantaggi notevoli in termini di tempi e costi.