A Rottach-Egern seconda assemblea della strategia macroregionale europea Eusalp

0
483
Assemblea Eusalp a seconda assemblea della strategia macroregionale europea Eusalp in baviera foto di gruppo in riva al Tegernsee
Sotto la presidenza bavarese decise azioni concrete per migliorare la vita dei cittadini

Assemblea Eusalp a seconda assemblea della strategia macroregionale europea Eusalp in baviera foto di gruppo in riva al TegernseeA Rottach-Egern, sul lago Tegern, in Baviera si è svolta la seconda assemblea della Strategia macroregionale europea Eusalp (che coinvolge 48 regioni appartenenti a Italia, Austria, Francia, Germania, Slovenia, Liechtenstein e Svizzera), la prima sotto la presidenza bavarese. Hanno aperto la seduta le due ministre del governo bavarese, Beate Merk (affari europei) e Ulrike Scharf (ambiente) alla presenza di circa ottanta rappresentanti di regioni e Stati europei: per l’Euroregione tirolese hanno partecipato il presidente della giunta altoatesina, Arno Kompatscher, il governatore trentino, Ugo Rossi, e il presidente tirolese, Günther Platter.

«La Strategia macroregionale – afferma Kompatscher – si sta confermando, come era nelle premesse, una importante piattaforma di dialogo e cooperazione tra le Regioni dell’area alpina. Ora il nostro obiettivo prioritario è che i lavori dei vari gruppi d’azione portino a misure concrete per migliorare le condizioni di vita e di lavoro delle persone residenti nell’area alpina e per dare strumenti utili agli amministratori, ai ricercatori e alle imprese che puntano sull’innovazione e sullo sviluppo sostenibile. Un altro passo importante – conclude il governatore – sarà quello di riuscire a coinvolgere in Eusalp i governi locali e il mondo delle associazioni».

L’assemblea di Eusalp ha approvato un documento con il quale si conferma l’intenzione di tutti i soggetti istituzionali di implementare la Strategia macroregionale, «per rendere più forte la cooperazione transfrontaliera e rendere più forte la coesione economica, politica e sociale nel cuore dell’Europa». Tra gli obiettivi fissati, il coinvolgimento nel processo dei governi locali, le imprese, la società civile, le associazioni, le associazioni non governative e i cittadini.  L’azione dei gruppi di lavoro riguarderà la creazione di una rete di ricerca transfrontaliera, l’incremento della connettività transfrontaliera nei trasporti pubblici, il risparmio energetico, creando uno spazio comune della formazione professionale duale, il risparmio energetico nella costruzione degli edifici. 

Nella dichiarazione congiunta finale si chiede che le strategie macroregionali siano incluse nella politica di coesione dell’Ue a partire dal 2020. Nello spirito del coinvolgimento della cittadinanza la Baviera ha deciso di lanciare un concorso fotografico chiedendo ai partecipanti di inviare foto che esprimano il loro modo di vedere le Alpi.