Commercialisti del Triveneto, rinnovati i vertici

0
126

Padova. I Commercialisti del Triveneto hanno rinnovato i vertici dei propri organi di rappresentanza con un doppio passaggio di testimone uomo-donna alla guida dei due organismi istituzionali della categoria, e con una conferma dei vertici della neo costituita SAF, Scuola di Alta Formazione delle Tre Venezie.

Margherita Monti è la nuova Presidente della Conferenza Permanente dei Presidenti degli Ordini delle Tre Venezie, l’organo deputato a promuovere il processo di sviluppo e di rafforzamento della categoria che rappresenta oltre 11.000 professionisti iscritti ai 13 Ordini del Triveneto. L’elezione di Margherita Monti, che riceve il testimone da Dante Carolo, rappresenta una novità assoluta: è infatti la prima volta di una donna alla guida dell’organo di indirizzo politico della categoria. Il mandato, della durata di due anni, scadrà nel 2019.

Commercialista dal 1984, Margherita Monti è da gennaio 2017 Presidente dell’ODCEC di Vicenza di cui è stata consigliere dal 1998 al 2007.

Assieme alla Presidente Monti, la rappresentanza regionale è delegata a tre Vicepresidenti: per il Trentino Alto Adige, Claudio Zago (Presidente dell’ODCEC di Bolzano), per il Friuli Venezia Giulia, Alberto-Maria Camilotti (Presidente dell’ODCEC di Udine) per il Veneto, Michele Ghirardini (Presidente dell’ODCEC di Rovigo).

“In un momento di grande cambiamento della nostra professione – ha commentato la neo Presidente – è importante che gli Ordini del Nord Est si presentino coesi e siano impegnati nel comune obiettivo di far sentire la loro voce e le richieste della categoria e si sforzino perché il ruolo centrale del commercialista come attore dello sviluppo socio-economico sia riconosciuto e rispettato. Ho sempre pensato la Conferenza come una rete di idee, esperienze e proposte condivise per rafforzare il ruolo primario e strategico del commercialista nel mondo economico, delle imprese, della finanzia e della società. Collaborazione e coordinamento sono le parole chiave che caratterizzano il lavoro della Conferenza. Il mio impegno sarà di continuare sulla strada già tracciata per la promozione e lo sviluppo della categoria, valorizzando l’alta formazione e la specializzazione, stimolando le aggregazioni professionali, trovando modalità per agevolare i giovani professionisti, facendo in modo che la Conferenza diventi sempre più il punto di coordinamento e il collettore delle istanze dei diversi Ordini territoriali.”

Fabio Marchetto è invece stato eletto all’unanimità nuovo Presidente dell’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie.

Dopo il mandato nell’ultimo quadriennio come Vice Presidente dell’Associazione, che riunisce oltre 2000 professionisti di Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia, Fabio Marchetto riceve il testimone da Michela Colin. Il mandato della durata di 4 anni scadrà a fine 2020.

Commercialista dal 1991, arriva alla presidenza dopo otto anni nelle fila dell’Associazione, prima come Consigliere e Segretario e poi come Vice Presidente, grazie all’esperienza professionale e al lungo percorso di rappresentante associativo.

Insieme alla nomina del nuovo presidente è stato rinnovato anche il Consiglio Direttivo, che vede il dott. Michele Sessolo Vice-Presidente e l’ingresso di ben undici nuovi componenti su un totale di diciotto, dei quali quattro donne.

“La nostra è una professione in continua evoluzione – ha commentato il neo presidente – Sono tante le sfide che il contesto economico ci mette di fronte e che come categoria siamo chiamati ad affrontare, facendo sistema e riconoscendo l’importanza della formazione continua e l’elaborazione di nuovi strumenti professionali. In questo contesto, l’Associazione si pone come braccio operativo di riferimento del sistema professionale del Triveneto, coordinando e supportando l’attività degli Ordini locali e mettendo a disposizione dei professionisti percorsi di formazione qualificata costruiti sulle reali esigenze della categoria.

Negli ultimi anni l’Associazione ha raggiunto risultati significativi, formando oltre 2.000 professionisti ed elargendo oltre 150 ore di formazione all’anno, per la maggior parte gratuite per i propri associati. L’impegno si rinnova per il futuro guardando alle nuove sfide professionali, su tutte la digitalizzazione, che rappresenta non soltanto un nuovo orizzonte per la professione, ma anche nuove opportunità di comunicazione. E proprio sulla comunicazione si concentrerà una parte significativa del mio impegno per favorire lo scambio di idee e opportunità professionali attraverso l’uso dei social, il potenziamento dell’App dell’Associazione, e soprattutto attraverso un progetto per l’implementazione del Nuovo Portale della Formazione Continua, che permetterà ai colleghi di avere la loro formazione professionale a portata di clic ed agli Ordini locali di semplificare ed accelerare i sempre maggiori adempimenti burocratici a cui sono soggetti.

Una formazione e una comunicazione sempre più efficienti per far sì che i professionisti possano aprirsi a nuovi ambiti professionali e mettere le proprie competenze a servizio della comunità affermando sempre più il ruolo di catalizzatori e facilitatori del dialogo tra i diversi attori del tessuto economico e istituzionale.”

Alberto-Maria Camilotti è invece stato confermato Presidente della Scuola di Alta Formazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie.

Costituita nell’ottobre del 2015, emanazione del CNDCEC e partecipata dagli Ordini locali del Triveneto, la Scuola di Alta Formazione delle Tre Venezie fornisce un training avanzato ed è impegnata nella realizzazione di iniziative a forte contenuto specialistico.

In continuità con il lavoro svolto, insieme al Presidente della SAF Triveneta, è stato confermato anche l’intero Comitato Esecutivo composto, oltre che dal Presidente Camilotti, dal dott. Gianni Pretto di Treviso e dalla dott.ssa Maria Letizia Paltrinieri di Trento. Faranno inoltre parte del direttivo il Presidente della Conferenza, dott.ssa Margherita Monti, e il rappresentante dell’organo scientifico, che verrà nominato nel corso della prima riunione.

“La sfida che ci aspetta è quella di essere pronti con una Scuola di Alta Formazione all’altezza nel momento in cui intervenisse una modifica del nostro Ordinamento che riconoscesse le specializzazioni per legge. Sono davvero onorato che i Presidenti mi abbiano riconfermato alla Presidenza della scuola – ha commentato il Presidente Camilotti – sia perché questo evidenzia che il lavoro fin qui fatto è stato apprezzato ma soprattutto perché credo molto in questa sfida e voglio portare più in alto possibile questo progetto. Ringrazio inoltre tutti i Presidenti che hanno colto il mio appello affinché la squadra che si era formata potesse continuare a lavorare in modo compatto. Sono convinto che il futuro della categoria si giochi sicuramente sulla strada della specializzazione in cui ognuno di noi deve saper offrire al mercato il meglio della propria preparazione. La scuola ha sviluppato quattro corsi nell’anno 2016/17 ed altri 3 sono in progettazione per l’anno 2017/18.”