Nasce a Modena il progetto sperimentale per l’Ue per produrre carburanti ecologici da alghe

0
310
Camion NEMO Tere Group
Tere Group allestisce un camion dimostrativo ad impatto zero per dimostrare l’efficienza del procedimento di trasformazione

Camion NEMO Tere GroupUn camion laboratorio ad impatto zero, alimentato a biometano di origine vegetale. Si chiamerà “Memo” e girerà i paesi europei per dimostrare la prestazione di alghe hi-tech “Algamoil” ideate dalla modenese Tere Group per il recupero dell’anidride carbonica e dei rifiuti organici agricoli quali pollina e residui di vinificazione.

La società Tere Group, dopo Spagna, Brasile, Bulgaria e Francia, è sbarcata in Lussemburgo per raggiungere i mercati di Germania e Benelux. Assieme all’Università di Modena e Reggio Emilia e all’Istituto lussemburghese per la scienza e la tecnologia (List), Tere Group sta progettando il camion “Memo” con l’obiettivo non solo di dimostrare le potenzialità delle alghe come biocarburante avanzato, ma anche di aggiungere nel rimorchio un impianto per il trattamento delle alghe in miniatura che si autoalimenterà. 

Un «veicolo di ricerca scientifica per verificare la possibilità di far digerire ad “Algamoil” anche il liquame in entrata alle stazioni di depurazione», ossia le acque reflue delle fognature civili, spiega l’amministratore unico di Tere Group Lussemburgo, Ruggero Marcato.