Orchestra “Haydn”: concerto evento con lo Stradivari di Anna Tifu

0
365
tifu axelrod
Sul podio la bacchetta di John Axelrod. In programma il celebre concerto per violino e orchestra di Mendelssohn Bartholdy, oltre a pagine di Schreker e Weill

tifu axelrod«Anna è uno dei talenti più straordinari che mi sia capitato d’incontrare». Così il violinista Salvatore Accardo parla della 32enne violinista Anna Tifu, che sarà protagonista del prossimo appuntamento della 58a Stagione concertistica dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento.

Un talento che si potrà ascoltare martedì 30 gennaio a Bolzano (Auditorium, ore 20.00), mercoledì 31 gennaio a Trento (Auditorium, ore 20.30) e giovedì 1 febbraio a Ortisei (Centro culturale “L. Trenker”, ore 20.30) in un programma che accosta due celebri partiture di Mendelssohn (l’Ouverture “La bella Melusina” e il Concerto per violino e orchestra in mi minore) all’Intermezzo di Franz Schreker e alla Seconda Sinfonia di Kurt Weill. Sul podio torna John Axelrod.

L’apertura della serata è affidata all’ouverture “La bella Melusina” di Mendelssohn, pagina composta per una rappresentazione del dramma di Grillparzer. La favola di Melusina, creatura fantastica, ebbe enorme fortuna nella sensibilità romantica. Mendelssohn ne trasse ispirazione per questa pagina, che egli stesso considerava come la più perfetta e la più melodiosa delle sue ouvertures.

A seguire lo splendido Concerto per violino e orchestra op. 64, una delle pagine più amate da esecutori e pubblico, che Anna Tifu eseguirà con il rarissimo violino Antonio Stradivari “Marèchal Berthier” 1716 ex Napoleone della Fondazione Canale di Milano.

Quando Mendelssohn divenne direttore stabile del Gewandhaus di Lipsia, ebbe la fortuna di poter collaborare con una “spalla” di qualità formidabile come Ferdinand David. Coetaneo di Schumann, più giovane di un anno di Mendelssohn, allievo di Spohr, David era stato attivo a Berlino nel 1826, dove i due si erano conosciuti e avevano stretto amicizia. Visto che la tradizione del Concerto per violino nei paesi di lingua tedesca non era particolarmente florida, David chiese a Mendelssohn fin dal 1838 di impegnarsi a comporre una partitura che potesse tenere testa al capolavoro di Beethoven. E il miracolo avvenne: il Concerto fu completato nell’estate del 1844 e fu eseguito per la prima volta al Gewandhaus di Lipsia il 13 marzo 1845, con Ferdinand David come solista, sotto la direzione di Niels W. Gade.

Vincitrice nel 2007 del prestigioso concorso internazionale George Enescu di Bucarest, la cagliaritana Anna Tifu si è assicurata a soli 8 anni il primo premio con menzione speciale alla Rassegna di Vittorio Veneto, per proseguire con una carriera di successi e di concerti in tutto il mondo. L’artista ha lavorato con orchestre prestigiose, dall’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia all’Orchestra Filarmonica del Qatar. Ha collaborato con celebri artisti come Yuri Temirkanov e Gustavo Dudamel e con solisti dal calibro di Maxim Vengerov, Andrea Bocelli e l’attore statunitense John Malkovich. Anna Tifu è stata testimonial della campagna pubblicitaria 2011 di Alitalia, con Riccardo Muti, Giuseppe Tornatore ed Eleonora Abbagnato.

Sul podio dell’Orchestra Haydn torna lo statunitense John Axelrod, già direttore principale della Sinfonica Verdi di Milano. Ha diretto oltre 150 orchestre internazionali, 30 titoli d’opera e 50 prime assolute. Laureato alla Harvard University e formatosi nella tradizione di Bernstein, ha studiato successivamente al Conservatorio di San Pietroburgo con Ilya Musin. È un grande fanatico della cucina italiana, tanto da curare un blog dedicato ai ristoranti italiani nel mondo.