Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto: 2018 ricco d’impegni e proposte

0
1388
Rancio a Forcella Bois Archivio Museo Storico Italiano della Guerra
In calendario due mostre fotografiche e iniziative per l’Adunata degli Alpini e il Giro d’Iitalia

Rancio a Forcella Bois Archivio Museo Storico Italiano della GuerraPer il Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto il 2018 si preannuncia come un anno ricco di impegni sia sul fronte interno (con la prossima inaugurazione di due mostre) sia nei rapporti con realtà e associazioni locali e nazionali (con la presenza istituzionale negli eventi collaterali all’Adunata nazionale degli Alpini di Trento e all’arrivo della tappa del Giro d’Italia prevista a Rovereto, sempre a maggio). 

Il presidente del Museo, Alberto Miorandi, e il provveditore, Camillo Zadra, hanno illustrato in anteprima i vari appuntamenti , iniziando da quello più immediato, la mostra “Alpini al fronte. Immagini dall’Archivio fotografico del Museo dello Guerra” che sarà inaugurata il prossimo 9 marzo 2018. La mostra ripercorre i luoghi simbolo della guerra combattuta dalle truppe alpine tra il 1915 ed il 1918: dall’Adamello al Pasubio, dalle Tofane al monte Nero si potrà vivere un percorso per immagini scandito dalle testimonianze dei combattenti, affidate alle pagine di diari e lettere. Un modo significativo anche per valorizzare il materiale conservato nell’ archivio fotografico. La mostra sarà visitabile dal 10 marzo al 29 giugno 2018.

Altro appuntamento di spicco è la mostra “La pelle dei Soldati” la cui inaugurazione è prevista il prossimo 24 aprile. Essa rappresenta l’appuntamento principale ospitato al Castello di Rovereto, sede del Museo anche in vista dell’Adunata degli Alpini. Ed anche in questo caso proporrà in vetrina molto materiale, anche inedito, custodito negli archivi museali, che sarà esposto negli spazi appena terminati di ristrutturare.

Museo storico italiano della guerra rovereto Tromba dell Armistizio 1In occasione dell’Adunata e delle celebrazioni per la fine del Centenario della Grande Guerra, sarà protagonista la “Tromba dell’Armistizio”, una cornetta custodita negli archivi del Museo che il 29 ottobre 1918 suonò a Serravalle all’Adige per avvertire dell’arrivo della delegazione di plenipotenziali Austro-ungarici incaricata di avviare le trattative con l’Esercito italiano per giungere all’Armistizio.