Con il progetto Adri-up promosso da Ram Italia-Grecia sono più vicine

0
706

Si punta aumento traffici su nave e meno su gomma sull’autostrada del mare Trieste-Igoumenitsa

Collegamenti più efficienti tra Italia e Grecia con gli interventi cofinanziati dalla Comunità europea, potenziando il sistema delle autostrade del mare nell’area adriatico-ionica: questo l’obiettivo di “Adriatic Mos Upgraded Services” (Adri-up), il progetto promosso da Ram (Rete Autostrade Mediterranee) che ne cura anche la comunicazione istituzionale e la promozione.

L’iniziativa sarà presentata in occasione dell’edizione 2018 del SITL – Solutions Logistiques, una delle più importanti fiere europee dedicata al trasporto e alle soluzioni logistiche, che si terrà a Parigi dal 20 al 23 marzo. Il progetto, tra i cui partner figura Ram Logistica Infrastrutture e Trasporti S.p.a., guidata dall’amministratore unico Ennio Cascetta e braccio operativo del MIT che da anni si occupa di Autostrade del Mare, ha l’obiettivo di sviluppare i collegamenti nell’area adriatico-ionica, attraverso una serie di progetti e interventi infrastrutturali nei porti di Trieste, Ancona ed Igoumenitsa (Grecia) e nel retroporto di Fernetti.

Tutto questo per potenziare i servizi lungo il corridoio adriatico ionico e in connessione con tre corridoi della rete centrale TEN-T: Bac, Scan-Med ed Orient-East Med. Secondo Ram i vantaggi previsti sono molti, a partire dall’aumento dei flussi di traffico passeggeri e merci, la promozione del trasferimento modale e collegamenti efficienti tra i porti e i nodi dell’hinterland. Si punta inoltre alla riduzione delle emissioni inquinanti attraverso il trasferimento modale dalla strada al trasporto marittimo e ferroviario.