Frigel acquisisce Green Box

0
1318

Piove di Sacco (Padova). La padovana Green Box è stata acquisita da Frigel di Scandicci (Firenze). L’operazione consentirà a Frigel s.p.a. di rafforzare ulteriormente la propria presenza sul mercato internazionale creando un gruppo da oltre 70 milioni di fatturato e diventando un punto di riferimento sempre più importante nel settore della refrigerazione industriale a livello mondiale.

L’operazione rha riguardato il 100% delle quote di Green Box e prevede la conferma di Franco Spiandorello e Caterina Spiandorello, già amministratore delegato e direttore generale della società, quali figure chiave all’interno del management team di Frigel.

Frigel è stata assistita da Deloitte Financial Advisory, che ha agito in qualità di advisor finanziario, con un team coordinato dal partner Lorenzo Parrini e composto da Andrea Zen e Marco Parisi.

Deloitte ha anche svolto l’attività di due diligence finanziaria e fiscale sotto la supervisione di Luca Zesi e Marcello Braglia, mentre Deloitte Legal ha inoltre fornito a Frigel l’assistenza legale con l’avvocato partner Massimo Zamorani.

Per Green Box è intervenuto lo studio padovano Terrin e associati con un team composto dall’avvocato e dottore commercialista Simone Furian con l’avvocato Simone Degani, che hanno fornito l’assistenza legale in fase di predisposizione della documentazione contrattuale.

Fondata nel 1991 a Piove di Sacco (Padova), Green Box è un’importante realtà nel mondo dei refrigeratori e dei termoregolatori industriali, specializzata nella produzione di macchine e impianti per il controllo della temperatura dell’acqua e dei fluidi all’interno dei processi industriali.

Le soluzioni Green Box sono personalizzabili ed applicabili in una molteplicità di contesti industriali quali la lavorazione delle materie plastiche, la produzione di biogas ed energia, la pressofusione e il settore alimentare.

Frigel Firenze S.p.A., attiva già dagli anni ’60, è una realtà riconosciuta a livello globale, con circa 60 milioni di euro di fatturato, un tasso di crescita costante da oltre vent’anni (circa il 20% di CAGR negli ultimi tre anni) ed un EBITDA superiore al 10% dei ricavi. Frigel realizza sistemi di raffreddamento, chillers e termoregolatori per uso industriale utilizzando tecnologie all’avanguardia per il raffreddamento di processo e il controllo della temperatura industriale, grazie allo sviluppo di soluzioni di raffreddamento efficienti e affidabili e ad una struttura produttiva e commerciale distribuita tra Italia, USA, Germania, Brasile, India e Tailandia.

“Siamo lieti che Green Box faccia adesso parte del nostro gruppo. C’è un forte potenziale tecnico ed innovativo in Green Box che, grazie al presidio dei mercati internazionali del Gruppo Frigel, potrà adesso trovare il suo sbocco naturale” ha dichiarato Duccio Dorin, amministratore delegato di Frigel.

“L’operazione di acquisizione di Green Box da parte di Frigel rappresenta un interessante caso di aggregazione settoriale tra imprese familiari italiane. Dalla combinazione di due storie imprenditoriali di successo scaturiranno importanti sinergie industriali che consentiranno a Frigel di continuare nel suo percorso di crescita e sviluppo dimensionale affermandone sempre di più il ruolo di leader nel proprio mercato di riferimento”, ha dichiarato Lorenzo Parrini, partner di Deloitte Financial Advisory.

Scopri tutti gli incarichi: Simone Furian – Terrin & Associati; Simone Degani – Terrin & Associati; Massimo Zamorani – Deloitte Legal;