I Commercialisti promuovono l’economia circolare

0
1494

Padova. Il periodico “Il Commercialista Veneto” in collaborazione con l’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie (ADCEC Tre Venezie) organizza il convegno “Economia Circolare – Il commercialista a confronto con etica, ambiente ed economia”. L’appuntamento è per venerdì 6 luglio 2018 a Villa Borromeo di Rubano (Padova), dalle 09.00 alle 13.00.

La Commissione Europea ha adottato un nuovo pacchetto di misure sull’economia circolare per accompagnare cittadini e imprese nella transizione verso un nuovo modello economico orientato alla sostenibilità, a modelli di sviluppo etici e attenti all’ambiente. Il 14 giugno scorso il Pacchetto sull’Economia Circolare è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, mentre entro il 5 luglio 2020 gli Stati membri dovranno recepirne le norme.

L’Europa entra così a grandi passi nell’era dell’economia circolare. Secondo la Commissione Europea le nuove misure hanno potenzialità enormi che potranno portare risparmi per le aziende di 600 miliardi all’anno, 140mila nuovi posti di lavoro e un taglio di 617 milioni di tonnellate di C02 entro il 2035, con effetti sul Pil tra l’1 e il 7% all’anno.

La transizione verso un nuovo modello economico e gli strumenti per accompagnare questa trasformazione saranno il fil rouge del convegno che, attraverso gli interventi di esponenti del mondo istituzionale, accademico e dell’impresa, offrirà una panoramica sullo stato dell’economia circolare a livello internazionale, europeo e nazionale. Il convegno sarà inoltre l’occasione per approfondire il rapporto tra etica, economia e ambiente, il ruolo dei professionisti in questa trasformazione e per raccontare alcuni casi di aziende che hanno applicato il modello dell’economia circolare e politiche di sostenibilità nei processi aziendali.

Tre i momenti del convegno: la prima parte prevede le relazioni introduttive di autorevoli esperti che forniranno un quadro sul contesto europeo e italiano in tema di economia circolare. Nella seconda parte esponenti del mondo professionale e religioso si confronteranno sul concetto di etica nel rapporto tra economia e ambiente. A seguire la tavola rotonda nella quale dialogheranno rappresentanti del mondo dell’industria che presenteranno casi concreti di politiche aziendali di sostenibilità, CSR ed economia circolare.

“Siamo giunti oramai alla quinta edizione del CV Forum, diventato un appuntamento di rito al termine della formazione annuale organizzata dal Triveneto – dichiara Filippo Carlin, direttore de “Il Commercialista Veneto” – ed ancora una volta ci siamo voluti staccare dalle solite questioni che coinvolgono noi commercialisti per affrontare un tema di urgente attualità, sul tavolo di università, centri di ricerca e governi. E, mi sento di dire con una punta di orgoglio, che aver ottenuto il sold out già pochi giorni dopo l’apertura delle iscrizioni, a tre settimane dall’evento, è sicuramente un risultato di cui i membri del comitato di redazione che hanno organizzato l’evento devono andar fieri: per questo mi sento in dovere di ringraziarli perché il merito del successo, perché sarà un successo, è tutto loro. Il taglio che abbiamo voluto dare al convegno è sicuramente differente da quello che potrebbero dare altri organizzatori, parleremo di economia ma anche di etica e professione, con ospiti di assoluto valore e spessore. Un giornata per la quale, come sono solito dire, è vietato mancare.”

“L’economia circolare è un vero e proprio cambio di paradigma nel modo di interpretare i modelli di sviluppo economico – ha commentato Fabio Marchetto, Presidente dell’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie – Una trasformazione che impone un cambio di atteggiamento dal punto di vista delle scelte politiche e normative, ma anche per quanto riguarda il mondo della formazione, delle professioni e la gestione dell’impresa. L’economia circolare è infatti un modo nuovo di pensare l’economia che mette al centro la sostenibilità, il valore sociale e territoriale dell’impresa, costruendo un nuovo paradigma di innovazione e competitività. Un cambio di paradigma che apre nuovi scenari per il mondo imprenditoriale: la sostenibilità infatti non è semplicemente una questione etica e morale, ma anche una grande tema economico poiché le aziende che investiranno sull’economia circolare, meglio delle altre, saranno capaci di giocarsi la differenza competitiva nella quarta rivoluzione industriale, dando vita a nuovi modelli di business integrati, con la creazione di nuovi servizi, tecnologie e specializzazioni. E la nostra categoria, chiamata ad affiancare le imprese nel loro percorso di sviluppo, è parte integrante di questa trasformazione. Per questo abbiamo scelto di dedicare questa giornata, che conclude la stagione formativa dell’Associazione, all’approfondimento, in un’ottica multidisciplinare, di un tema di così grande attualità che può rappresentare un’ulteriore opportunità di sviluppo per la nostra professione.”

L’incontro è gratuito ed aperto al pubblico e rappresenta l’appuntamento conclusivo delle “Giornate del Triveneto”, il percorso formativo che l’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie propone annualmente.

Programma:

Saluti iniziali con Margherita Monti presidente della Conferenza Permanente dei Presidenti degli Ordini delle Tre Venezie, Dante Carolo presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Padova, Fabio Marchetto presidente Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie, Filippo Carlin direttore “Il Commercialista Veneto”.

Relazioni introduttive a cura di: Peder Jensen head of Secretariat – International Resource Panel (ONU) su “The role of resource efficiency in achieving the circular economy”; Fulvia Raffaelli EU Commission – DG Growth (Mercato Interno, Industria, Imprenditoria e PMI) – Head of Unit “Clean Technologies and Products” Corporate Investment su”Strategia UE per l’Economia Circolare: implementazione e prossimi passi”; Aldo Ravazzi Douvan chief Economist presso la Direzione Generale “Sviluppo Sostenibile e Relazioni Internazionali” del Ministero dell’Ambiente su “Verso un modello di economia circolare per l’Italia.

Interviste di Mauro Meazza, giornalista di Radio 24, a: Don Michele Tomasi vicario Episcopale per il clero della Diocesi di Bolzano e Bressanone, Giorgio Luchetta consigliere nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili con delega alla Deontologia

Tavola rotonda su “Economia circolare: casi concreti e prospettive” con: Roberto Gasparetto direttore generale di AcegasApsAmga SpA, gruppo HERA, Roberto Covi amministratore delegato di Miniera di San Romedio Srl, Eleonora Rizzuto direttore Sviluppo Sostenibile Gruppo Bulgari e Presidente AISEC Associazione Italiana per lo Sviluppo dell’Economia Circolare, Lucia Gardossi professore sssociato, Università degli Studi di Trieste, membro di Cluster Tecnologico Nazionale per la Chimica Verde “SPRING”, Arturo Lorenzoni Università di Padova, “Centro Studi di economica e tecnica dell’energia Giorgio Levi Cases”, Federico della Puppa professore a contratto, IUAV Università di Venezia, responsabile Area Economia e Territori di Smart Land Srl.