Gestione dei boschi: incontro a Klagenfurt tra i responsabili del Friuli Venezia Giulia e la Carinzia

Approfondite le modalità di gestione del patrimonio boschivo austriaco in generale e carinziano in particolare. 

0
540
Gestione dei boschi

L’assessore alle risorse agroalimentari e forestali del Friuli Venezia Giulia, Stefano Zannier, e il vicepresidente del Consiglio regionale, Stefano Mazzolini, accompagnati da alcuni dirigenti e funzionari della direzione centrale risorse agroalimentari, forestali ed ittiche, si sono incontrati presso la sede del Land della Carinzia a Klagenfurt con il direttore regionale delle foreste Christian Matitz, il referente per il settore forestale Hans Jurgen Mader e alcuni imprenditori del legno per un incontro conoscitivo avente ad oggetto la gestione dei boschi alpini carinziani.

In particolare l’approfondimento ha riguardato le modalità di gestione del patrimonio boschivo austriaco in generale e carinziano in particolare, con analisi delle leggi di settore, con riflessione sulla funzione strategica delle infrastrutture viarie, sia in quantità che in qualità, con valutazioni sulle modalità di vigilanza e controllo e sulle funzioni protettive.

Di seguito è stata effettuata una visita presso un bosco carinziano di proprietà privata, molto ben strutturato sotto il profilo dell’accessibilità e con prevalente funzione produttiva e, a seguire, la visita al centro di formazione forestale statale BFW di Ossiach dove è stata illustrata la struttura, molto orientata a fare formazione agli agricoltori di montagna sulla gestione forestale, con particolare attenzione alla tematica della sicurezza. In quella sede si anche è tenuto un breve incontro con il parlamentare Andreas Moulzer.

A termine della giornata, Zannier ha auspicato di poter continuare insieme un dialogo e una cooperazione su argomenti di comune interesse al fine di uno scambio delle rispettive buone prassi nella gestione dei boschi e di un miglioramento reciproco delle modalità di gestione della risorsa boschiva, specie in considerazione con l’aumento delle richieste di materia prima da parte dell’industria del mobile e dell’edilizia, oltre che di biomasse a scopo energetico, pur tenuto conto di alcune differenze insite nei territori, ma anche del fatto che entrambe le Regioni appartengono all’area alpina e a quella nordorientale in particolare. In questo senso è stata trovata la massima disponibilità da parte delle istituzioni federali carinziane e statali austriache.