Programma Interreg Italia-Austria, pubblicato il terzo bando

A disposizione 12,883 milioni di euro di fondi europei. In Italia coinvolti l’Alto Adige, la regione Veneto (province Belluno, Treviso e Vicenza) e la regione Friuli-Venezia Giulia (province di Udine, Gorizia, Trieste e Pordenone). In Austria Tirolo, Carinzia e Salisburgo.

0
612
Interreg VI-A Italia-Austria

L’Ufficio per l’integrazione europea della Provincia di Bolzano ha pubblicato il terzo bando per la presentazione di progetti da finanziare nell’ambito del programma Interreg Italia-Austria 2014-20. A disposizione ci sono complessivamente 12,883 milioni di euro. Dal 17 settembre e fino alle 16 del 30 novembre 2018, i capiprogetto e i loro partner possono presentare attraverso il sistema online proposte di progetti nell’ambito dei tre assi prioritari (ricerca e innovazione, natura e cultura e istituzioni) per candidarsi a ottenere il finanziamento Interreg. I fondi a disposizione ammontano a 6,812 milioni di euro per l’asse ricerca e innovazione, 4,421 milioni per l’asse natura e cultura e 1,650 milioni per l’asse istituzioni. Ulteriori 3,6 milioni sono a disposizione se dovessero essere presentati progetti degni di finanziamento oltre l’esaurimento del plafond disponibile.

Le risorse dedicate all’asse ricerca e innovazione ha come obiettivo la collaborazione transfrontaliera fra operatori economici e enti di ricerca per incrementale il potenziale innovativo delle aziende. Nella scelta dei progetti da finanziare verranno privilegiati quelli che coinvolgono startup. Un ulteriore obiettivo dei finanziamenti è quello di intensificare la collaborazione transfrontaliera fra enti di ricerca, che moltiplica in modo esponenziale gli effetti degli studi ottimizzando le risorse a disposizione. I fondi a disposizione dell’asse natura e cultura sono finalizzati a realizzare progetti per la tutela dell’ambiente naturale e antropico. Al finanziamento hanno accesso PMI, organizzazioni economiche e turistiche, associazioni, istituzioni culturali e di formazione, associazioni ambientaliste, università, istituzioni pubbliche, amministrazioni di parchi naturali e zone protette. Le risorse dell’asse Istituzioni puntano invece al rafforzamento della collaborazione istituzionale trasfrontaliera nei settori di cooperazione di principale importanza.

Le proposte di progetto devono essere impostate alla concretezza e alla sostenibilità. Non sono finanziabili progetti che consistono principalmente in manifestazioni, iniziative di marketing, studi, indagini, attività di ricerca e formazione continua, senza un approccio sostenibile allo sviluppo territoriale dell’area interessata.

Il finanziamento ottenibile è compreso fra 100.000 euro e 1 milione di euro e il suo ammontare complessivo aumenta se vi sono più di due o tre regioni coinvolte. I territori destinatari dell’avviso sono l’Alto Adige, la Regione Veneto con le province Belluno, Treviso e Vicenza, la Regione Friuli-Venezia Giulia con le province di Udine, Gorizia, Trieste e Pordenone. In Austria sono coinvolti i Länder Tirolo, Carinzia e Salisburgo.