Avviata la collaborazione transfrontaliera tra le Assemblee legislative del Friuli venezia Giulia e della Slovenia

Zanin: «decolla un proficuo percorso di collaborazione tra realtà confinanti». Zidan: «iniziativa condivisa e positiva». 

0
399
collaborazione transfrontaliera

Trieste ha ospitato l’incontro che ha attivato la collaborazione transfrontaliera tra le Assemblee legislative del Friuli Venezia Giulia e della Slovenia. «Oggi Friuli Venezia Giulia e Repubblica di Slovenia hanno sancito l’avvio di un nuovo e proficuo percorso di collaborazione – ha esordito il presidente del Consiglio regionale FVG, Piero Mauro Zanin -. E’ un momento significativo nella storia delle relazioni tra le due comunità che condividono una storia millenaria e a tratti travagliata e che intendono rafforzare l’intesa già ottima anche in ambito legislativo, dando vita a un confronto costante e concreto nel processo di produzione delle norme di interesse comune».

Zanin, accompagnato dai componenti dell’Ufficio di presidenza (Francesco Russo, Igor Gabrovec, Cristiano Shaurli e i consiglieri Tiziano Centis, Giuseppe Nicoli, Danilo Slokar), ha accolto la delegazione della Camera di Stato della Repubblica di Slovenia, guidata dal suo presidente Dejan Zidan e alla presenza della deputata Meira Hot, presidente del gruppo di amicizia Italia-Slovenia, di Felice Žiža, deputato della Camera di Stato e parlamentare della minoranza italiana e ungherese, di Voiko Volk, console generale della Repubblica di Slovenia a Trieste e Tamara Gruden Pecan, segretario affari internazionali della Camera di Stato.

Al centro della riunione che si è svolta sede dell’Assemblea legislativa regionale, la proposta del Friuli Venezia Giulia di avviare un dialogotra i due organismi legislativi per giungere alla stesura di un protocollo congiunto e alla successiva istituzione di un tavolo permanenteche affronti argomenti di comune interesse e maggiore attualità, nell’ambito del proprio quadro normativo ordinamentale.

Un’iniziativa accolta con favore dai rappresentanti dell’Assemblea nazionale slovena: «Studieremo con estremo interesse la proposta di collaborazione dell’Assemblea regionale del Friuli Venezia Giulia che condividiamo e intendiamo portare avanti» ha dichiarato il presidenteZidan, invitando la delegazione italiana in autunno a Lubiana per porre le basi concrete dell’intesa.

I processi di riforma e l’organizzazione degli enti locali, le politiche ambientali e la valorizzazione delle minoranze residenti nei rispettivi territori sono le materie sulle quali si concentrerà, in questa prima fase, l’accordo.

«L’auspicio è che questa collaborazione possa estendersi in futuro a regioni contigue come la Carinzia o il Veneto – ha aggiunto Zanin – avviando un processo che rafforzi il ruolo delle comunità regionali anche in ambito europeo. Sono convinto che proprio dalle comunità regionali possa risorgere l’idea di una nuova Europa, che non poggi su finanza, banche e divieti, ma operi per il bene comune e il reale sviluppo e progresso dei cittadini».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

© Riproduzione Riservata