Sono ottimi i rapporti tra Friuli Venezia Giulia e Baviera

Fedriga: «in autunno delegazione bavarese in visita a Trieste». Il governatore e l’assessore Bini incontrano gli imprenditori bavaresi nella sede della Camera di commercio italo tedesca.

0
329
Friuli Venezia Giulia e Baviera
Scambio di doni tra il governatore Massimiliano Fedriga e il ministro agli Affari federali, comunitari e internazionali del Libero Stato di Baviera, Florian Herrmann.

Sono ottimi i rapporti che intercorrono tra Friuli Venezia GiuliaBaviera, che la Regione punta a rinvigorirerilanciando il protocollo d’intesa del 2016, con particolare attenzione alla collaborazione sui temi della logistica e dell’innovazione applicata alle imprese, e dare attuazione a quel corridoio doganale che, unendo Trieste e Monaco, aprirebbe a nuove prospettive di sviluppo per l’economia dell’Europa centro-meridionale.

Questi gli obiettivi definiti durante il vertice tra il governatore Massimiliano Fedriga e il ministro agli affari federali, comunitari e internazionali del Libero Stato di Baviera, Florian Herrmann: mezz’ora di fitto confronto, presso la Cancelleria di Stato a Monaco, che ha abbracciato, oltre agli aspetti tecnici legati alla cooperazione tra le due regioni, anche le relazioni politiche a più ampio raggio tra il Friuli Venezia Giulia e il vicino Land tedesco.

Rinsaldare i legami con le aree storicamente e culturalmente affini come sono il Friuli Venezia Giulia e Baviera è, secondo Fedriga, «condizione necessaria per allargare il ventaglio di prospettive per un’economia come quella regionale che, come peraltro dimostrato dal successo dello stand del Friuli Venezia Giulia alla fiera della logistica di Monaco, sta attraversando una fase estremamente ricca in termini di rapporti bilaterali e dunque fortemente votata alla crescita».

Di qui, l’invito del governatore al ministro Herrmann a visitare il Friuli Venezia Giulia in autunno «per prendere visione, assieme al collega Reichhart, dello stato di avanzamento dei singoli progetti e valutare di persona ulteriori piattaforme sulle quali sviluppare il nostro già solido partenariato».

Fedriga e l’assessore alle attività produttive e al turismo, Sergio Emidio Bini, hanno poi incontrato gli imprenditori bavaresi nella sede della Camera di commercio Italo-Tedesca ospitata presso la sede di Generali Deutschland a Monaco, alla presenza dell’amministratore delegato della divisione tedesca del Leone, Giovanni Liverani.

Proprio a Generali, Fedriga ha rivolto un sentito ringraziamento, evidenziandone il ruolo chiave nel «favorire, ospitando e sostenendo incontri come quello odierno, quel networking che si pone alla base di ogni politica di sviluppo ad ampio respiro».

Nel suo intervento introduttivo, il governatore si è inoltre soffermato sul valore di questi momenti di conoscenza reciproca e di condivisione «utili a individuare i punti di contatto e a utilizzare le risorse pubbliche nel modo più mirato e responsabile».

Tra le proposte emerse al tavolo, l’organizzazione di una “Summer School” in Friuli Venezia Giulia per la formazione di profili specializzati nel settore manifatturiero avanzato – con particolare riferimento alla meccatronica -, l’avvio di una collaborazione in tema di formazione duale tra istituti tecnici superiori (anche qui, nel settore della meccatronica), la promozione di attività congiunte tra aziende nei rispetti cluster (il cosiddetto “scouting and matching”) e lo sviluppo di sinergie con agenzie di innovazione bavaresi per agevolare l’insediamento di aziende strategiche nell’area portuale e retro-portuale di Trieste.

A chiusura dell’incontro, l’assessore Bini ha infine rimarcato l’importanza di «aver messo attorno a un tavolo i rappresentanti di interesse diffuso del Friuli Venezia Giulia e della Baviera, per far emergere quelle molte “eccellenze nascoste” che rappresentano un patrimonio inestimabile in chiave futura, sia sotto il profilo economico e occupazionale che sociale», invitando a «replicare tale meritoria iniziativa a Trieste».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”,

iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

o  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

o su Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata