Col caldo tornano i rischi per la salute degli anziani

I consigli utili per evitare problemi, partendo da una corrette idratazione, buona alimentazione e lotta alla solitudine. 

0
326
salute degli anziani

Con l’arrivo dell’estate, insieme al sole e al caldo, tornano anche i rischi per la salute degli anziani. A tal proposito, sono soprattutto gli anziani ad andare incontro a pericoli come i colpi di calore. Parliamo, infatti, di una categoria particolarmente fragile ed esposta a diversi malori causati dalla disidratazione: ecco perché è importante capire cosa fare per evitare di incorrere in uno di questi rischi.

Mantenere una corretta idratazione

La disidratazione è uno dei pericoli più comuni per gli anziani, durante il periodo estivo. Lo sostengono i medici italiani, secondo i quali, con il passare del tempo, si riduce il senso della sete, con tutti i rischi del caso. Per questo, è fondamentale che le persone di una certa età abbiano sempre una scorta di bottiglie d’acqua nella propria abitazione. Spesso, però in molti si lasciano intimidire dall’ostacolo rappresentato dal trasporto delle casse d’acqua, che richiede una certa prestanza fisica. In questi casi, c’è una soluzione davvero salvifica: si parla della possibilità di ordinare le casse presso un supermercato online che offre un servizio di consegna dell’acqua a domicilio, come nel caso della Coop. L’attenzione a tale aspetto è cruciale perché la disidratazione comporta conseguenze come colpi di calore, convulsioni, edemi cerebrali, insufficienza renale e shock ipovolemici.

Attenzione all’alimentazione

La regola è bere tanta acqua, almeno due litri al giorno, ma non è l’unica: anche l’alimentazione gioca un ruolo molto importante, per la salute dell’anziano in estate. In primo luogo perché la dieta è a sua volta responsabiledell’idratazione e poi perché ha il compito di apportare i nutrimenti fondamentali all’organismo umano. Il consiglio è di preferire la dieta mediterranea, un esempio di stile alimentare bilanciato, ottimo anche nella stagione estiva. Questo regime, infatti, include alimenti preziosi come la frutta e le verdure, insieme a un altro cibo importante come il pesce. In generale, un suggerimento sempre valido è di preparare dei pasti leggeri, per evitare di appesantirsi.

Attenzione anche alla solitudine

In un periodo come quello estivo, la solitudine può diventare un problema molto serio per un anziano, oltre che una pericolosa fonte di ansia. Chiudersi in casa non è mai un atteggiamento saggio, dato che si stimolano reazioni fisiche e mentali poco sane. Quello della solitudine è un problema particolarmente attuale in Italia considerando che, su un totale stimato in 13 milioni di persone, almeno 4 milioni di anziani vivono da soli. È per questa ragione che gli esperti suggeriscono di andare al bar o comunque in giro, perché compagnia e passeggiate all’aperto diminuiscono il rischio di attacchi d’ansia.

In estate, quindi, soprattutto quando si inizia ad avere una certa età, è sempre il caso di prestare attenzione a questi tre elementi: acqua, dieta e lotta alla solitudine.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata