Italiana Stampaggi ammessa al concordato preventivo

0
355

È stato il Tribunale di Treviso, lo scorso 21 giugno, ad ammettere Italiana Stampaggi S.r.l. in Liquidazione al concordato preventivo, nominando giudice delegato Petra Uliana e confermando nel ruolo di commissario giudiziale la commercialista Cristina Dall’Antonia.

Italiana Stampaggi, storica società attiva nel settore della carpenteria metallica per la produzione di chiodi ad utilizzo industriale, è stata assistita dagli avvocati Stefano Campoccia ed Enrico Piazza dello studio legale SLC Studio Legale Campoccia, mentre il consulente per la parte economica e finanziaria è stata Renovo S.r.l. con il partner Cristiano Canzian. L’ attestatore incaricato dalla società è il commercialista trevigiano Andrea Boschi.

Il piano concordatario, che è stato configurato come in continuità indiretta, prevede la cessione del ramo d’azienda in esercizio nell’ambito di una procedura competitiva ex art. 163 bis L.F. avendo la società proponente il concordato già raccolto una formale offerta di acquisto da parte di un investitore oltreché l’apporto, in misura rilevante, di nuova finanza da parte di terzi. La completa realizzazione del concordato è stimata in dodici mesi dall’omologa.

In particolare la proposta formulata da Italiana Stampaggi prevede il pagamento integrale delle spese in prededuzione, il rimborso dei creditori privilegiati fino alla concorrenza del valore di realizzo dei beni a garanzia degli stessi, il rimborso parziale dei crediti erariali attraverso la speciale disciplina prevista dall’183 bis L.F. ed, infine, il pagamento dei creditori chirografari (ab origine o privilegiati falcidiati) suddivisi in n. 5 classi secondo diverse percentuali.

L’udienza di adunanza dei creditori è prevista avanti il Tribunale di Treviso il prossimo 28 novembre.

Scopri tutti gli incarichi: Stefano Campoccia – Campoccia SLC&Associati; Enrico Piazza – Campoccia SLC&Associati;