Autovie Venete aggiornato il bilancio 2019

Il consiglio di amministrazione valuta l’andamento della spesa in opere e l’andamento del traffico. 

0
367
autovie venete

L’approvazione del budget, illustrato nel precedente consiglio di amministrazione di Autovie Venete, è stato l’argomento al centro della nuova seduta del vertice societario riunitosi a Trieste nella sede di via Locchi.

Una modifica allo Statuto, approvato durante l’ultima assemblea dei soci della Concessionaria, ha riportato la duratadell’esercizio societario all’anno solare (attualmente andava dal 1 luglio al 30 giugno dell’anno successivo) e quindi il periodo luglio 2019 – dicembre 2020 rappresenta una sorta di “transizione” tant’è che il budget al 31 dicembre di quest’anno verrà chiuso e riformulato per i prossimi sei mesi.

I due punti salienti, approfonditi durante il Consiglio, sono stati l’andamento del traffico e gli investimenti sulle opere. Per quanto riguarda il traffico, l’andamento previsionale conferma i dati registrati nell’esercizio precedente con una flessione del traffico leggero e una sostanziale tenuta di quello pesante.

Sul versante degli investimenti in opere, entro il 30 giugno 2020, Autovie Venete ha pianificato 187 milioni di euro di spesa, di cui 100 milioni per il terzo lotto Alvisopoli-Gonars; 37 milioni di euro per il primo e il secondo sublotto del secondo lotto San Donà di Piave-Alvisopoli e 25 milioni di euro per il primo e il terzo sub lotto del secondo lotto Gonars-Villesse. Altri 6 milioni di euro sono destinati ai lavori per le barriere fonoassorbenti (interventi previsti dall’apposito piano per il contenimento del rumore), 1 milione di euro per interventi nelle aree di servizio e infine ulteriori 2 milioni di euro per una serie di lavori di rifinitura sempre riguardanti opere ricomprese nel progetto terza corsia.

Più che soddisfacente il monitoraggio dell’andamento della spesa riguardante sia l’avanzamento delle opere – i cui tempi di realizzazione sono in notevole anticipo rispetto a quanto contrattualizzato – sia le previsioni di spesa. A proposito di questo ultimo aspetto, il presidente di Autovie Venete, Maurizio Castagna, ha raccolto le sollecitazioni di Federica Seganti, presidente di Friulia, l’azionista di riferimento di Autovie Venete, affinché siano messe in campo ulteriori misure finalizzate al contenimento della spesa, anche attraverso una puntuale ridefinizione delle modalità di gestione dei servizi.

Il consiglio di amministrazione ha esaminato e approvato il progetto esecutivo per la manutenzione generale delle pavimentazioni autostradali nella Sinistra Tagliamento, un servizio della durata di tre anni il cui importo d’appalto è di 4.952.000 euro.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata