Tratta del Brennero: in vista l’aumento del pedaggio per i Tir tra Monaco e Verona

Vienna e Berlino fissano 10 punti per riduzione traffico pesante. 

0
331
tratta del brennero

Berlino e Vienna presenteranno a Bruxelles entro il 31 ottobre la proposta di aumentare il pedaggio per i Tir sulla tratta del Brennero. La decisione è stata presa durante un vertice nella capitale tedesca la Germania e l’Austria hanno fissato un programma di dieci punti che dovrebbe portare a una riduzione del traffico pesante.

Al Brennero quest’anno sono previsti passaggi per 2,5 milioni di tir, dei quali 700.000 preferiscono fare più strada perché il pedaggio al valico italo-austriaco è inferiore e perché costo del gasolio in Tirolo è conveniente.

«L’Austria ha mantenuto tutte le promesse date, la Germania e l’Italia per il momento non si sono ancora mosse», ha detto il governatore tirolese Günther Platter. Intanto, in attesa di provvedimenti concreti per la riduzione del traffico pesante, il Tiroloconferma il tetto di passaggi per i camion nelle giornate di bollino rosso, come anche le misure contro i “furbetti del navigatore”, ovvero il divieto di evitare le code in autostrada uscendo ai caselli per percorrere le strade secondarie, per cui chi viaggia in auto tra il Brennero e Innsbruck è opportuno che esca direttamente prima del valico e inforchi la statale, risparmiando anche il consistente pedaggio del ponte Europa. I tempi di percorrenza crescono di circa 20 minuti, ma si evitano code e il costo del pedaggio.

Intanto, il governo tedesco ha deciso d’investire ben 86 miliardi di euro sulla rete ferroviaria del Paese con un accordo sottoscritto tra lo Stato federale e Deutsche Bahn. L’accordo di finanziamento tra Stato e DB che è in scadenza prevedeva investimenti annui di 5,6 miliardi all’anno: il fondo viene dunque notevolmente incrementato così da intervenire in maniera drastica su una rete ferroviaria di 33.000 km che ha bisogno urgente di lavori alle infrastrutture. L’impegno rientra nell’ambito della politica di incentivo all’uso del treno per ragioni ambientali perseguita dal governo Merkel.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata